Tu sei qui

VIDEO - Petrucci: "La Dakar e tornare in MotoGP le mie più grandi sfide"

"È stata una grandissima sorpresa potere guidare la Suzuki, per farlo sarei arrivato in Thailandia anche in barca. Il mio futuro? Non ho ancora deciso e ora sono troppo stanco per farlo"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La vita, a volte, sa sorprenderti. Danilo Petrucci non pensava di potere più tornare a correre in MotoGP, ma il destino lo ha contraddetto. Il ternano non poteva essere più felice di essersi sbagliato e ha raccontato la sua avventura nel video che vedete qui sopra.

Quest’anno ho corso alla Dakar e poi in America, questa è una delle più grandi sorprese della mia vita - ha raccontato - Ho un rapporto stretto con il team Suzuki, abbiamo condiviso molti momenti al di fuori del paddock, e l’ho sempre visto come un obiettivo da raggiungere in termini di professionalità”.

Arrivare in Thailandia non è stato semplice.

Ho lasciato l’hotel in Alabama alle 6 del mattino del lunedì, ho preso un volo da Atlanta a Seul, da lì sono andato a Bangkok, dove mi sono fermato a dormire. Mercoledì ho preso una macchina e ho guidato fino a Buriram. È stato un lungo viaggio, ma per guidare questa moto sarei venuto anche in barca ha scherzato Danilo.

Petrux sapeva che salire su una MotoGP per lui sconosciuta e così diversa da quelle che aveva guidato in precedenza non sarebbe stata una passeggiata.

È la più grande sfida della mia vita insieme alla Dakar - ha detto - Non ho avuto il tempo di prepararmi fisicamente, ma è il momento più dolce degli ultimi due anni”.

Su una cosa però poteva essere certo: il paddock lo ha accolto a braccia aperte.

oMi sono mancate tante persone. È impegnativo correre per un intera stagione in MotoGP e per me, dopo 10 anni, stava diventando troppo - ha continuato Danilo - Ora mi aspettano delle lunghe vacanze, non ho ancora deciso qual è il mio prossimo obiettivo e sono troppo stanco per farlo adesso”.

Articoli che potrebbero interessarti