Tu sei qui

MotoGP, A. Espargarò: “Non ho la velocità di Pecco e Fabio, ma devo attaccare”

“In tutta la stagione non ho mai sofferto con il grip come qua a Buriram. Per domenica mi affido alla speranza e al meteo, arrivato a questo punto della stagione non posso certo difendermi"

MotoGP: A. Espargarò: “Non ho la velocità di Pecco e Fabio, ma devo attaccare”

Una cosa è certa: quella di Buriram si preannuncia una gara in salita per Aleix Espargarò. Dopo le difficoltà incontrate nel corso della FP3, lo spagnolo è stato beffato in Q1, dato che Oliveira l’ha escluso dall’acceso in Q2.

Il sabato del pilota Aprilia si è concluso prima del tempo e adesso ci sarà da lavorare su una gara che lo vedrà scattare dalla 13^ casella sullo schieramento.

“Quanto fatto oggi non è stato sufficiente – ha ammesso – purtroppo sono sempre al limite durante questo weekend. La moto fa uno spin incredibile. Arrivo lungo in staccata e non riesco ad essere efficace come vorrei. Purtroppo sto faticando in termini di grip, ma alla fine questa è l’immagine di tutta la mia stagione. Anche nelle altre gare ho accusato il grip, ma non ho mai riscontrato così tanti problemi come oggi”.

Nonostante la partenza in salita, Aleix ha comunque le idee chiare.
“Devo attaccare domani, non posso difendermi. La verità è che non ho la velocità di Pecco e Fabio. Farò comunque il massimo con l’obiettivo di prendere più punti possibili”.

Infine ci si aggrappa alla speranza.

“Ovviamente conservo la speranza che qua possa succedere di tutto. Il meteo qui a Buriram è imprevedibile, può piovere da un momento all’altro e la gara diventare flag to flag. Purtroppo qua siamo poco competitivi, ma ci devo comunque provare. Durante il weekend ho cercato in tutti i modi di cambiare la moto per migliorare le sensazioni. Ho cercato di essere competitivo con le gomme usate, ma la moto non andava avanti.. E' frustrante, soprattutto per non essere entrato in Q2 per pochi centesimi, al termine di una qualifica in cui ho cercato di essere dolce il più possibile nella guida. Peccato per questo sabato.  Ieri, durante il meeting con i tecnici, abbiamo riscontrato che la carcassa delle gomme è diversa rispetto al solito e questo è un aspetto che non aiuta. Non vogliamo però cercare scuse, dato che gli altri con le stesse gomme sono veloci”.   

Articoli che potrebbero interessarti