Tu sei qui

Moto3, Team CIP: "ci scusiamo pubblicamente con Booth-Amos, non accadrà più"

La squadra ha pubblicato una nota dopo il video dei maltrattamenti nei confronti del pilota nel 2019: "quel tecnico non è più con noi, nessun tipo di violenza è accettabile"

Moto3: Team CIP: "ci scusiamo pubblicamente con Booth-Amos, non accadrà più"

Share


Dopo la pubblicazione del video, girato durante il GP del Thailandia del 2019, in cui si vede uno dei meccanici del team CIP maltrattare fisicamente e verbalmente il piloto Tom Booth-Amos, la squadra ha pubblicato sul proprio profilo Instagram una nota sull’accaduto.

La riportiamo integralmente.

Per quanto riguarda il video del 2019, a nome del team, condanniamo fortemente questo tipo di comportamenti e vogliamo scusarci pubblicamente con Tom Booth-Amos. Una squadra non è fatta dallo sforzo di una persona, ma di un intero gruppo di persone. Questo è il motivo per cui quel tecnico non è più nel nostro team. Nessun tipo di violenza è accettabile nel nostro sport e al di fuori. Abbiamo preso tutte le misure necessarie per assicurarci che cose come questa non accadano più in futuro.

 

Articoli che potrebbero interessarti