Tu sei qui

SBK, Rea ironizza sul calendario MotoGP: "Ottimo momento per un avvocato divorzista"

La pubblicazione del calendario 2023 è stata accolta in modo critico da vari piloti. McWilliams: "E poi vi domandate perché Rea non sia andato il MotoGP? Più tempo a casa e con la famiglia"

SBK: Rea ironizza sul calendario MotoGP: "Ottimo momento per un avvocato divorzista"

Share


E' stata presentato oggi il calendario della stagione MotoGP 2023 e parecchi stanno storcendo il naso dopo un primo sguardo a quel tour de force che sembra emergere da una prima lettura dello stesso. Tante gare fuori dall'Europa, trasferte lunghe oltre 30 giorni in alcuni momento dell'anno. Oggi Aleix Espargarò l'ha definito in modo sarcastico 'l'inizio dell'Apocalisse', sottolineando che i veri problemi li avranno i meccanici ed in generale tutte le persone coinvolte nel paddock che non hanno la fortuna di portare la propria famiglia in viaggio come invece possono fare alcuni piloti. 

Jeremy McWilliams ha preso la palla al balzo pubblicando un tweet in cui domanda chi si ponga ancora la questione sulle motivazioni dietro la scelta di Jonathan Rea di restare per tutta la propria carriera in SBK invece di tentare il salto in MotoGP. A riprendere in modo sarcastico il tweet ci ha pensato lo stesso Rea, che dopo la pubblicazione del calendario sottolinea 'Questo è un momento perfetto per essere un avvocato divorzista!' immaginando evidentemente che ci siano parecchi problemi personali all'orizzonte per chi lavora nel motomondiale. 

Articoli che potrebbero interessarti