Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Ho sentito la caduta di Bagnaia, era davvero troppo vicino"

"Alla fine lui era più veloce, noi abbiamo sbagliato gomma e sono rimasto bloccato tutta la gara dietro Vinales. Mi prendo il buono di questa gara, che sono i punti recuperati. Ma è stato frustrante e poco divertente"

MotoGP: Quartararo: "Ho sentito la caduta di Bagnaia, era davvero troppo vicino"

Share


Chiudere una gara in ottava posizione quando sei leader del mondiale può significare anche perdere terreno in classifica iridata. Ma non è quello che è accaduto a Fabio Quartararo, che dopo la sfortunata gara di Aragon ha visto in parte la buona sorte restituirgli il maltolto. Oggi il francese non è stato incisivo in gara, ma le cose sono andate ben peggio ai due rivali nella rincorsa al titolo, ovvero Bagnaia ed Espargarò. 

Il primo è caduto nell'ultimo giro proprio nel tentativo di passare Fabio, mentre Aleix è stato vittima di un problema tecnico alla sua moto nel giro di riscaldamento ed ha dovuto prendere il via della gara dalla pitlane sulla seconda moto, riuscendo poi a chiudere solo in 16a posizione. L'ottavo posto di Fabio gli ha dunque consentito di recuperare punti in classifica sui rivali, ma il francese a fine gara fatica a vedere il bicchiere mezzo pieno. 

"Viste le circostanze direi che è stato meglio guadagnare punti che perderli - ha commentato Fabio -  Va bene da un certo punto di vista ma è frustrante da un altro perché sento che il nostro potenziale non era allineato con i migliori, almeno non con Jack, che oggi era di un altro livello. Ma lottare con Marc e Miguel oggi penso fosse possibile. Ma io non posso superare, resto dietro agli altri piloti e mi rendo conto che guido in un modo totalmente diverso da tutti. Guadagnavo moltissimo nei settori due e tre, ma poi perdevo altrettanto nel primo e nel quarto. E’ frustrante, avrei voluto essere più veloce. Penso che abbiamo fatto un errore a cambiare gomma per la gara ed è quello che ha reso il mio ritmo così lento".

Hai avuto forse problemi con la gestione della pressione della gomma?
"Ormai sappiamo molto bene come gestire la pressione della gomma anteriore in gara infatti potevo frenare forte. Ma abbiamo fatto un piccolo cambiamento prima della gara e pensavamo che non potesse cambiare poi così tanto il comportamento della moto, ma in realtà è successo. Un piccolo errore da parte nostra, poi avremmo potuto fare una scelta migliore di gomma. Ma siamo stati davvero poco sull’asciutto e non abbiamo dato una chance alla dura. Questo è stato un errore". 

Quindi seguire Vinales per tanto tempo non è stato un problema. 
"Sia io che la squadra abbiamo capito come scegliere la pressione dell’anteriore. Quando partiamo davanti so che dobbiamo scegliere una determinata pressione, mentre quando siamo dietro a tanti piloti in griglia la gomma aumenta la pressione e dobbiamo regolarci diversamente. Oggi abbiamo fatto un bel lavoro da questo punto di vista". 

Bagnaia per poco non ti ha steso con la sua caduta. 
"Ho sentito la sua caduta, ma non l’ho vista. Però penso che non fosse proprio lontano da me. Naturalmente ho capito che era caduto, ma lui in quel momento era più veloce, aveva fatto la scelta giusta di gomma e stava facendo un bel lavoro. Ho visto che mi stata raggiungendo alla fine. Maverick che era davanti a me aveva un buon passo, ma sono stato bloccato dietro di lui per tutta la gara e questo ha reso le cose più difficili". 

Ci sono stati pochi sorpassi oggi, te lo aspettavi?
"Superare qui era difficilissimo. La gomma è calata ma lo ha fatto per tutti. Alla fine tutti eravamo con le gomme finite, ed il miglior punto per i sorpassi era la 7. Solo che ci arrivi dopo una accelerazione dove se hai le gomme finite non vai avanti, infatti non mi sembra di aver visto sorpassi lì. Io ero dietro il gruppone, ma è stato strano non vedere sorpassi in quel punto. Io ho passato tutta la gara dietro Maverick  e non ho potuto neanche azzardare un tentativo di sorpasso. E’ stato davvero triste per me, una gara molto poco divertente". 

Articoli che potrebbero interessarti