Tu sei qui

Moto2, Qualifiche lunghe 2 ore a Motegi: Canet in pole position, 3° Arbolino

La pioggia ha costretto a interrompere il turno a lungo. In prima fila con Aron e Tony c'è Dixon. Male Acosta solo 18°, ancora peggio Vietti 22° 

Moto2: Qualifiche lunghe 2 ore a Motegi: Canet in pole position, 3° Arbolino

Share


Passeranno alla storia come le qualifiche più lunghe di sempre quelle di Motegi per la Moto2: iniziate alle 13.30 e finite alle 15.50. In mezzo il diluvio che ha costretto i commissari a esporre la bandiera rossa. Quando i piloti hanno ripreso il turno, hanno avuto solamente 9 minuti per giocarsi la pole position.

In verità non c’è stata quasi partita, perché Aron Canet (che arrivava dalle Q1) ha fatto nettamente la differenza. Sarà il pilota del team Pons a partire davanti a tutti domani, con Jake Dixon al suo fianco.

Tony Arbolino era l’unico italiano in Q2 e non ha sfigurato, prendendosi il 3° posto, grazie anche al fatto che è stato cancellato il miglior tempo per bandiere gialle a Fermin Aldeguer, che si è dovuto così accontentare della 6ª piazza. Il pilota di Boscoscuro partirà dietro a Chantra e Salac. Navarro (caduto nel finale) aprirà la terza fila, con Beaubier, Kubo e Baltus (tutti e tre passati dalle Q1) alle sue spalle. Il debuttante Pedro Acosta ha faticato sul bagnato e su una pista in cui non aveva mai corso prima, nemmeno in Moto3: è 18°.

Lorenzo Dalla Porta ha mancato l’accesso in Q2 per pochi decimi e domani partirà dalla 15ª casella. Sarà un’altra gara in salita per Celestino Vietti che non è riuscito nemmeno lui a passare in Q2. Il pilota del team VR46 domani partirà solo 22°, davanti ad Alessandro Zaccone. Problemi anche per il suo compagno di squadra Niccolò Antonelli, caduto (come anche Alcoba e Lowes) e 26°, mentre Simone Corsi è 28°.

Non ha preso parte alle qualifiche Manuel Gonzales, che caduto nelle FP2 è stato portato all’ospedale di Haga per controlli medici a spalla destra e collo.

LA CLASSIFICA

Articoli che potrebbero interessarti