Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "uso l'abbassatore solo due volte, dipende dallo stile di guida"

"Purtroppo al primo giro lanciato mi si è chiusa alla curva 5 e sono caduto, ma il ritmo era buono buono. L’unica cosa è che, così con un turno solo, si fa tutto di fretta, peraltro domani c’è il rischio di pioggia"

MotoGP: Bastianini: "uso l'abbassatore solo due volte, dipende dallo stile di guida"

Share


La prima volta di Enea Bastianini a Motegi alla guida di una MotoGP è stata amara. Il riminese, che qui in Giappone ha guidato solo con la Moto2 causa pandemia, ha dovuto affrontare un circuito sicuramente particolare con un’unica sessione di prove e per di più è incappato in una scivolata proprio negli ultimi minuti che gli ha impedito di realizzare un tempo che, se domani pioverà, gli avrebbe permesso di evitare la Q1.

“E’ stato un peccato, avevamo un bel ritorno. Sono partito per imparare la pista e le traiettorie con la MotoGP, e quando ho iniziato ad andare bene abbiamo cambiato la gomma e fatto delle piccole modifiche che mi hanno fatto sentire maggiormente a mio agio. Purtroppo al primo giro lanciato mi si è chiusa alla curva 5 e sono caduto. Direi che il ritmo è stato buono. Siamo stati anche primi e credo che il ritmo non fosse male. L’unica cosa è che, così con un turno solo, si fa tutto di fretta, peraltro domani c’è il rischio di pioggia. Non va bene, certo è per tutti così…l’importante è sperare in una qualifica asciutta perché siamo competitivi”.

Purtroppo le previsioni atmosferiche non sono favorevoli.
“Si per domani è prevista pioggia e sarebbe a questo puntodifficile arrivare in Q2, ma in ogni caso devo prendere anche confidenza con il bagnato. Il grip qui è buono ma abbiamo visto che a Motegi quando c’è tanta acqua c’è il rischio aquaplaning, dobbiamo stare calmi”.

L’impressione complessiva di Motegi con la MotoGP com’è?
“Questa pista mi piace, non è molto difficile superare perché ci sono tante frenate forte e sarà poi difficile superare noi le Ducati, ma è troppo presto per esprimere pareri. Le pista, è stretta ma è bella, la moto è stabile, anche se è più facile con la Moto2”.

Questo è un circuito stop-and-go, l’ideale per usare molto l’abbassatore.
“Io lo utilizzo solo due volte, altri lo usano di più, ma dipende dallo stile di guida e a me non non piace usarlo spesso”.

Hai utilizzato qualche componente nuovo qui in Giappone?
“Le due moto che uso sono molto molto simili, non ho provato niente di nuovo che io sappia. La cosa importante per me è controllare ogni volta cosa fanno le altre Ducati. Posso comparare i dati e questo è molto importante specie con Pecco e Jack, che sono i due piloti ufficiali”.

Articoli che potrebbero interessarti