Tu sei qui

SBK, Bautista-Rea sfida ad alta tensione sul ring di Barcellona con Toprak a incombere

Il Mondiale Superbike sbarca in Catalogna: Alvaro e la Ducati partono con tutti i favori del pronostico, ma occhio al forte rischio pioggia che potrebbe giocare a favore del Cannibale con il turco della Yamaha in agguato

SBK: Bautista-Rea sfida ad alta tensione sul ring di Barcellona con Toprak a incombere

Share


L’ultima immagine è quella del contatto di Gara 2 a Magny-Cours, che ha aperto non poche polemiche nel post gara. Johnny Rea e Alvaro Bautista si ritroveranno nuovamente di fronte nel weekend sul tracciato di Barcellona per il penultimo appuntamento stagionale della Superbike nel Vecchio Continente.

C’è grande curiosità per capire se quanto accaduto in Francia lascerà o meno degli strascichi nella sfida iridata tra i due. Sta di fatto che al Montmelò lo spagnolo della Ducati parte con tutti i favori del pronostico. Già, perché nei test invernali il numero 19 si era rivelato a dir poco imprendibile in sella alla Panigale V4, tanto che il lungo rettilineo sembra esaltare al meglio il potenziale della Rossa.

Alvaro è consapevole del fatto che questa possa essere la grande occasione da sfruttare, mentre Johnny sa bene che il layout della pista potrebbe mettere a dura prova lui e i cavalli della Kawasaki. Occhio però alle previsioni meteo del weekend, perché c’è un forte rischio pioggia annunciato per tutto l’arco del fine settimana. Se così fosse le carte potrebbero essere mescolate, considerando che in condizioni di bagnato il Cannibale della Kawasaki si è più volte rivelato uomo della pioggia.

Con quasi 50 punti da recuperare, il nordirlandese sa che questo è un esame troppo importante da non sbagliare e dello stesso avviso è Toprak Razgatlioglu, che arriva a Barcellona con 30 punti da recuperare dalla vetta. Il campione del mondo è infatti il primo degli inseguitori nella lotta iridata e lo scorso anno aveva riscontrato grande fiducia sul bagnato, tanto da comandare la gara fino a quando la sua Yamaha non decise di lasciarlo per strada.

Siamo quindi convinti che il turco vorrà mettere pressione ad Alvaro e alla sua Ducati in un fine settimana dove c’è curiosità anche per gli altri portacolori di Borgo Panigale. È il caso di Michael Rinaldi, in procinto di firmare il rinnovo con Aruba, ma soprattutto di Axel Bassani, grande protagonista a Magny-Cours e autore del primo podio in SBK proprio un anno fa sotto il diluvio a Barcellona.

Qualora il meteo dovesse mescolare le carte, diventerà poi interessante capire quello che sarà il potenziale della BMW di Scott Redding, che sul bagnato ha dimostrato in diverse occasioni una certa competitività. Infine c’è curiosità anche per la Honda, visto che Lecuona e Vierge conoscono il Montmelò meglio delle loro tasche. Molto dipenderà dalla CBR 1000 RR-R.  

Articoli che potrebbero interessarti