Tu sei qui

SBK, Segnali incoraggianti dall'ospedale: Pusceddu è cosciente

Buone notizie giungono da parte del team manager di Emanuele Pusceddu: gli esami hanno evidenziato un trauma cranico, la frattura del polso e della clavicola, ma è sveglio e rimane sotto osservazione

SBK: Segnali incoraggianti dall'ospedale: Pusceddu è cosciente

Share


Giungono fortunatamente buone notizie da parte del team manager di J.Angel Racing Team, Marco Giovannangelo, in merito alle condizioni di Emanuele Pusceddu. Incappato ieri pomeriggio in un violento incidente nel corso di Gara 2 del CIV Supersport all'Autodromo Internazionale del Mugello, il vicecampione 2020 del National Trophy 600 è attualmente cosciente e continua a restare sotto osservazione presso l'Ospedale Careggi di Firenze.

Le condizioni di Pusceddu

"Emanuele Pusceddu è sveglio e cosciente, ma rimane in osservazione - si legge nella nota diffusa sui social dal team manager Giovannangelo - sono stati effettuati tutti gli accertamenti del caso, la diagnosi riporta un trauma cranico e la frattura del polso e della clavicola. Al momento si escludono eventuali ulteriori preoccupazioni". La strada è ancora lunga, anche se a riguardo dello stato di salute del Push arrivano, ora dopo ora, segnali e notizie decisamente confortanti.

Ricordiamo che quest'anno Emanuele Pusceddu è tra i principali protagonisti in Supersport nella classe 600 CIV sulla Yamaha R6 di J.Angel Racing Team con un bottino di tre vittorie e due podi, che ad oggi gli sono valsi il terzo posto nella classifica generale dietro a Marco Bussolotti e Kevin Zannoni. In passato ha gareggiato anche a livello internazionale, partecipando prima all’European Junior Cup nel 2015 e successivamente all'Europeo Superstock 1000 dal 2016 al 2018.

Photo credit: Salvatore Annarumma

Articoli che potrebbero interessarti