Tu sei qui

Festeggiamenti in fumo per Pirro: Delbianco sfata il tabù nel CIV SBK

Un guasto tecnico al penultimo giro ha costretto Michele Pirro ad abbandonare Gara 2 del CIV Superbike al Mugello con il titolo ad un passo. Prima vittoria in carriera per Alessandro Delbianco

SBK: Festeggiamenti in fumo per Pirro: Delbianco sfata il tabù nel CIV SBK

Share


Non poteva concludersi in modo più eclatante il penultimo appuntamento del CIV Superbike 2022 all’Autodromo Internazionale del Mugello. Al comando in solitaria fino al penultimo giro, proprio quando Michele Pirro si stava accingendo a festeggiare l’ottava affermazione stagionale che gli avrebbe garantito di chiudere definitivamente i giochi-campionato con un round di anticipo, un guasto tecnico improvviso sulla Panigale V4-R #51 lo ha costretto a ritirarsi da Gara 2. Un clamoroso colpo di scena che ha spalancato le porte alla prima vittoria in carriera di Alessandro Delbianco (Nuova M2 Racing), la quattordicesima di sempre per Aprilia dopo due anni di digiuno.

Motore di Pirro KO

Un week-end da dimenticare per Michele Pirro. Scivolato in due distinte occasioni in Gara 1 di ieri bagnata dalla pioggia (leggi QUI), quest’oggi in avvio ha lasciato sfogare come suo solito il poleman Alessandro Delbianco, passando poi in testa a metà contesa. In grado di guadagnare in pochi giri oltre due secondi, il portacolori Barni Spark Racing Team ha tuttavia vissuto un autentico dramma sportivo a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi, quando il motore della propria quattro cilindri è andato letteralmente in fumo, costringendolo al ritiro. Beffa amara e sorti del campionato rimandate alla finalissima in programma l’8-9 ottobre prossimi all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, anche se l’esito della gara apre nuovi possibili scenari.

Tabù sfatato

Alla fine, è arrivato! Seppur sfruttando le disavventure di Michele Pirro, Alessandro Delbianco si è regalato un trionfo tanto inaspettato quanto meritato dopo due anni passati a lottare col coltello tra i denti, sfiorandolo a più riprese per appena una manciata di millesimi. A fronte del conto aperto con la sfortuna, che anche ieri lo aveva visto finire mestamente a terra in Gara 1, in questa Gara 2 non si è fatto sfuggire la ghiotta occasione. Adesso nella generale il vicecampione in carica insegue il rivale a -36 (con 50 punti ancora in palio): un'autentica impresa sportiva servirebbe per sovvertire il pronostico. "Non penso al campionato" ha ammesso nel post-gara DB52, ma chissà che la prima vittoria nel CIV Superbike non possa rappresentare uno stimolo in più per (quantomeno) provarci…

Classifica corta

In una griglia povera di partecipanti tra ritiri e assenze varie (vedi Kevin Manfredi e Lorenzo Zanetti impegnati al Bol D’Or nel Mondiale Endurance), con sole nove moto giunte al traguardo, sul podio sono saliti di nuovo due piloti dal trend positivo: il vincitore di Gara 1 Randy Krummenacher su Yamaha Keope Motor Team e Luca Vitali (Scuderia Improve-Firenze Motor), al terzo podio nelle ultime quattro gare malgrado un fastidioso problema all’avambraccio nel finale, unico in grado di far performare la CBR 1000 RR-R. 

Photo credit: Salvatore Annarumma

RISULTATI GARA 2 SBK:

Articoli che potrebbero interessarti