Tu sei qui

MotoGP, Martin: “Credo che Marquez abbia fatto il tempo dietro di me”

“Non ho ancora il ritmo per vincere. Pecco e Quartararo hanno un paio di decimi in più  rispetto a me. Per la Ducati ho cambiato, tornando alla Moto2”

MotoGP: Martin: “Credo che Marquez abbia fatto il tempo dietro di me”

Share


Jorge Martin ha chiuso al comando il venerdì pomeriggio di Aragon, facendo brillare la propria Ducati nel corso della FP2. Un segnale non da poco quello del portacolori Pramac, che sul tracciato del Motorland ha dimostrato di avere grande fiducia in sella alla GP22.

Da parte sua c’è quindi grande consapevolezza e di conseguenza preferisce tenere i piedi ben ancorati a terra in vista del prosieguo del weekend.

“Sono contento di questa giornata – ha esordito – sono riuscito a essere veloce fin da subito. Il problema è che mi manca ancora il ritmo per la vittoria e fatico con le gomme in termini di grip. Spero quindi domani di poter fare un passo avanti per raggiungere la competitività che voglio”.

Rispetto a Misano c’è stato certamente uno step in avanti.
“La frenata è migliorata ed è stato importante riuscire a fare questo passo avanti. Il problema è l’asfalto, dato che col grip non sarà facile visti gli avallamenti. Dovremo quindi valutare bene la scelta della gomma, dato che la media potrebbe essere la soluzione più adatta, anche se sarà complicato essere costanti, visto il degrado”.

Sul discorso frenata Jorge entra nel merito.
“Ho lavorato sul setting, così come sullo  stile, cercando di essere meno aggressivo e staccare  un po’ come ai tempi della moto2 tipo Rabat. Direi che il lavoro svolto nei test a Misano si è rivelato particolarmente utile”.

Martin conclude con una battuta su Marquez.
"Penso abbia fatto il suo miglior tempo dietro di me. A parte ciò, quest’oggi sono stato competitivo. Fabio e Pecco hanno un paio di decimi in più rispetto a me, però voglio essere fiducioso”.  

Articoli che potrebbero interessarti