Tu sei qui

Ducati Monster SP 2023: la naked si fa più racing

La nuova Ducati Monster SP perde peso e guadagna sospensioni Öhlins, pinze anteriori Brembo Stylema, silenziatore omologato Termignoni, pneumatici Pirelli Diablo Rosso IV e ammortizzatore di sterzo

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Nel secondo episodio della Ducati World Première web series 2023, Ducati ha presentato il nuovo Monster SP: una versione pensata per esaltare il divertimento, grazie a una dotazione tecnica perfetta per chi ama la guida sportiva. Presentato nel 2021, il Monster rappresenta tutta l’essenza Ducati nella forma più compatta, essenziale e leggera possibile. Il cuore del Monster è il motore Testastretta 11°, un bicilindrico 4 valvole raffreddato a liquido con distribuzione desmodromica da 111 cavalli. Il suo Front Frame, ispirato a quello della Panigale V4, è un telaio estremamente leggero e compatto, in alluminio, fissato direttamente alle teste del motore. È la reinterpretazione in chiave moderna della ricetta che ha dato vita al segmento delle Naked, le moto nude, che sta facendo innamorare nuove generazioni di Monsteristi.

Ciclistica più racing

Un concetto tanto semplice quanto efficace, che compie un ulteriore passo in avanti con l’arrivo del Monster SP. Questo modello è caratterizzato da una serie di componenti pregiate in grado di rendere la moto ancora più leggera, efficace e divertente nella guida sportiva, oltre che più aggressiva dal punto di vista estetico. L’indole sportiva del Monster SP si coglie al primo sguardo grazie alla livrea che riprende i colori delle Desmosedici GP 2022 del team ufficiale, all’anodizzazione dorata della forcella Öhlins NIX30 e alla presenza del silenziatore omologato Termignoni di serie. Dettagli di particolare pregio sono la sella in colore rosso, che si integra nella vista laterale con il codino, il logo Monster SP sul coperchio sella passeggero e il logo Ducati sul serbatoio, più grande e ispirato alla grafica della Panigale V4. In sella al Monster SP si può godere di una maggiore efficacia nella guida sportiva. Questa versione possiede infatti migliori prestazioni in frenata, trasferimenti di carico ridotti, incrementata capacità di chiudere le traiettorie e maggiore precisione in tutte le fasi di guida.

Le sospensioni Öhlins completamente regolabili, con la forcella più leggera di 0,6 kg rispetto a quella adottata su Monster e Monster +, accrescono il feeling, oltre ad aumentare la luce a terra e di conseguenza l’angolo di piega. Il sistema di sospensioni conta anche su una taratura più sportiva, che migliora le qualità dinamiche del Monster SP nella guida sul misto stradale e apre alla possibilità di divertirsi anche fra i cordoli di un circuito. Sempre in questa direzione, il potenziamento dell’impianto frenante con pinze Brembo Stylema e flange in alluminio per i dischi freno anteriori da 320 mm (più leggere di 0,5 Kg rispetto alla dotazione del Monster) rende il Monster SP più performante in staccata ma, allo stesso tempo, più agile grazie alla riduzione dell’inerzia all’avantreno. L’alleggerimento generale della moto passa anche dall’adozione di una batteria agli ioni di litio, che porta il risparmio complessivo a circa 2 kg in ordine di marcia rispetto al modello standard, già riferimento della categoria per leggerezza, nonostante l’aggiunta di componenti quali l’ammortizzatore di sterzo e il cupolino.

Le potenzialità sportive del Monster SP vengono ulteriormente esaltate proprio dall’ammortizzatore di sterzo, che migliora stabilità in accelerazione e percorrenza di curva, oltre che dalla presenza in primo equipaggiamento degli pneumatici Pirelli Diablo Rosso IV, proposta di punta della Casa milanese per la guida sportiva su strada. Inoltre, l’elettronica vede una ricalibrazione generale di tutti i Riding Mode, e quindi di tutti i controlli elettronici, per sfruttare al meglio le modifiche apportate alla ciclistica, insieme all’arrivo del nuovo Riding Mode Wet, pensato per offrire una maggior sicurezza sui fondi bagnati. Il comparto elettronico del Monster è ai vertici del segmento. La dotazione di serie comprende ABS Cornering, Ducati Traction Control e Ducati Wheelie Control, tutti regolabili su diversi livelli di intervento. Il carattere sportivo del nuovo Monster SP è sottolineato anche dal Launch Control che assicura partenze fulminee. Questa dotazione da moto top di gamma permette al Monster SP di esprimere in sicurezza le proprie performance. I Riding Mode Sport, Road e Wet consentono di plasmare il carattere del Monster secondo i gusti e le necessità del pilota. Tutto è facilmente gestibile attraverso i comandi al manubrio e il cruscotto TFT a colori da 4,3”, caratterizzato da una grafica racing che riprende quella della Panigale V4, con un grande contagiri e una serie completa di informazioni sulla sinistra, fra cui quella della marcia inserita. Il Ducati Monster SP arriverà nelle concessionarie della rete Ducati a partire da gennaio 2023, anche in versione depotenziata per la guida con patente A2. In Italia, su tutte le Rosse di Borgo Panigale a 35 kW, per incentivare l’ingresso dei giovani appassionati al mondo delle due ruote, Ducati offre un’agevolazione di 1.000 euro sul prezzo di listino.

Articoli che potrebbero interessarti