Tu sei qui

SBK, Supersport: Jules Cluzel annuncia il ritiro a fine stagione

Jules Cluzel dice basta e appenderà ufficialmente il casco al chiodo al termine del Mondiale Supersport 2022. Una lunga carriera, condizionata anche da molti infortuni: "L’ho deciso per mia figlia"

SBK: Supersport: Jules Cluzel annuncia il ritiro a fine stagione

Share


Suona la campanella ed è tempo di tornare in pista per il mondiale delle derivate di serie. Il round in programma questo fine settimana al Circuit de Nevers Magny-Cours rappresenta l'appuntamento de l'onere e onore per piloti e team francesi. Speciale al contempo per Jules Cluzel, attuale portacolori GMT94 Yamaha nel World Supersport, che nelle ultime ore ha formalizzato il proprio ritiro dalle corse alla fine della stagione 2022. Dopo oltre un decennio trascorso nei principali palcoscenici internazionali, sfiorando più volte l'iride in Supersport, il classe 1988 ha deciso di dire basta al culmine di una lunga serie di infortuni.

Quanti duelli e non solo

Altre dodici gare e poi Jules Cluzel appenderà definitivamente il casco al chiodo. Dai trascorsi nei Mondiali 125cc, 250cc e Moto2 (una vittoria e un podio nel 2010 con la Suter di Forward Racing), dal 2012 in avanti ha militato in pianta stabile nel Mondiale Supersport, eccezion fatta per la breve parentesi nel Mondiale Superbike 2013. All'esordio in PTR Honda si è rivelato subito competitivo con 4 vittorie e il secondo posto nella generale. Passato in MV Agusta, nel triennio 2014-16 ha continuato a collezionare podi e successi, oltre ad altri secondi posti iridati. Terzo nel 2017 di nuovo con Honda, dall'anno successivo è iniziato il sodalizio con Yamaha, chiudendo puntualmente tra i primi quattro in campionato. 

Maledetti infortuni...

La personalità, la presenza e il carisma, oltre alla grande determinazione mostrata nel corso degli anni, lo hanno reso uno dei più amati all’interno del paddock. Cluzel nel Mondiale Supersport ha conquistato 24 vittorie, 62 podi e 24 pole: numeri che hanno pochi eguali, anche se gli è sempre mancato qualcosa per centrare il colpo grosso. Pur essendo un pilota di valore, i (maledetti) problemi fisici lo hanno condizionato a più riprese. Nel 2015 si è fratturato la tibia sinistra e lussato la spalla destra in prova a Jerez, nel 2020 invece tibia e perone della gamba sinistra in gara ad Aragon, mentre nel 2021 ha saltato la tappa di Barcellona per un infortunio rimediato a Magny Cours. L'ultimo in ordine di tempo è quello rimediato quest'anno in seguito a un violento highside a Donington Park: frattura di due metatarsi del piede destro, del tallone sinistro e dislocazione della spalla sinistra, saltando il round di Most prima della pausa estiva.

Il messaggio

Cluzel ha affidato ai suoi canali social la notizia riguardante la decisione di ritirarsi: "Cari fedeli sostenitori, è da quando mi sono infortunato a Donington che penso al mio futuro... L’infortunio al tallone di per sé non è molto serio, ma ho dovuto osservare un lungo periodo di convalescenza per via dell’artrodesi alla caviglia. Ieri ho girato a Carole ed è tutto a posto, ma ho deciso di non correre più l’anno prossimo. Voglio trascorrere del tempo con la mia piccola Kimie nel pieno della mia forma fisica. Ciò mi ha portato a prendere questa decisione, che non è certo stata facile, dato che adoro correre e mi sento ancora veloce. È anche vero che da alcuni anni i risultati non sono fonte di grande motivazione e che il futuro non presenta maggiori certezze. Farò del mio meglio fino alla fine della stagione. Spero che queste ultime gare possano essere l’occasione di aggiungere degli altri bei risultati ai traguardi che ho già raggiunto. Vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto, ci vedremo questo week-end a Magny-Cours".

Articoli che potrebbero interessarti