Tu sei qui

SBK, Pirelli mescola le carte a Magny-Cours: non una, ma ben due gomme nuove!

La Casa tricolore ha pensato bene di portare una morbida anteriore e una SCX posteriore di ultima generazione con l'incognita maltempo a tenere tutti sotto scacco

SBK: Pirelli mescola le carte a Magny-Cours: non una, ma ben due gomme nuove!

Share


Il Mondiale Superbike riparte da Magny-Cours e per l’occasione Pirelli ha pensato bene di sorprendere, portando due novità non da poco sul tracciato transalpino. Queste evoluzioni potrebbero infatti mescolare le carte in occasione di un weekend dove regna l’incognita maltempo.

I PNEUMATICI PER MAGNY-COURS

Per l’anteriore, oltre alla SC1 di gamma e alla già ben nota SC1 di sviluppo A0674, i piloti avranno a disposizione una soluzione inedita: si tratta della specifica B0570, al debutto in un weekend di gara, che presenta una mescola particolarmente morbida per garantire un notevole grip sull’asse anteriore. Questo nuovo pneumatico potrebbe rivelarsi particolarmente efficace in combinazione con SCQ o SCX posteriore con l’obiettivo di bilanciare il livello di grip tra i due assi. Sempre all’anteriore, qualora dovesse piovere, i piloti avranno modo di testare una nuova opzione SCRD, progettata per offrire più grip in caso di bagnato e basse temperature. Per il posteriore la SC0 e la SCX di gamma rappresentano delle vecchie conoscenze per i piloti mentre la SCX di sviluppo B0800 è la novità assoluta. Quest’ultima soluzione prosegue il lavoro di sviluppo su base SCX che Pirelli ha iniziato a Misano.

In merito a queste novità, Giorgio Barbier ha commentato: “A Magny-Cours proseguiamo il nostro lavoro di sviluppo, pur garantendo sempre ai piloti di poter scegliere soluzioni di gamma o che già conoscono molto bene – ha spiegato il responsabile Superbike di Pirelli – le novità che portiamo qui sono di fatto il frutto dei feedback ricevuti rispetto a precedenti soluzioni già testate in altri round, ma non solo. Nel caso della nuova opzione SCX posteriore ad esempio, abbiamo cercato di accorpare in un unico pneumatico quanto di positivo i piloti avevano riscontrato nelle due soluzioni testate a luglio a Misano. La nuova morbida anteriore invece va nella direzione di offrire un pneumatico ancora più morbido e quindi in grado di garantire maggiore grip così da bilanciare quello offerto al posteriore dalle opzioni più soft. Se non piove, cosa che a Magny-Cours non si può mai escludere, avremo modo di verificare i progressi fatti. Sarà anche interessante monitorare le prestazioni delle wild card che provengono dal Campionato francese e che in questa occasione avranno l’opportunità di conoscere meglio i nostri pneumatici”.

Articoli che potrebbero interessarti