Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: “Tutto ciò che si poteva desiderare da Yamaha è arrivato”

“Yamaha ha fatto un grande lavoro e il nuovo motore è un chiaro step in avanti, ma ad Aragon già ce lo saremo dimenticato. Purtroppo oggi mi è mancato solo il giro secco"

MotoGP: Morbidelli: “Tutto ciò che si poteva desiderare da Yamaha è arrivato”

Share


Franco Morbidelli ha archiviato il mercoledì di Misano con il 12° crono a mezzo secondo dalla vetta e con un sorriso a 32 denti. C’è infatti grande fiducia e consapevolezza da parte del portacolori Yamaha, al termine di un appuntamento dove la Casa di Iwata gli ha dato quelle risposte che il romano di Tavullia attendeva da tempo. Da parte sua i passi avanti si sono rivelati significativi e al tempo stesso incoraggianti in vista del prossimo anno. 

“In questi due giorni ho svolto molti giri e provato tanto materiale -  ha detto - sono riuscito a provare tutto con la precisione giapponese. Questo test è stato divertente, dato che sono stato forte. Il mio miglior tempo odierno l’ho realizzato con la gomma media e questo aspetto ci dà solo fiducia per il futuro. Cercheremo quindi di capire come utilizzare meglio gli pneumatici”.

A Misano c’era grande attesa per il nuovo motore in ottica 2023.

“Le impressioni di ieri sono state confermate. I ragazzi hanno fatto un lavoro incredibile e bisogna fare loro i complimenti, dato che il motore è uno step chiaro in avanti. Tutto ciò che si poteva desiderare è arrivato. È un passo avanti importante Sia per velocità di punta, che per accelerazione”.

Peccato che ad Aragon si tornerà alla versione precedente.

“Esatto. Passerà un po’ di tempo e questo ci farà dimenticare i benefici di questo motore. Da qua ad Aragon avremo già resettato”.

Adesso sguardo rivolto sul finale di stagione e alcune novità che a Yamaha potrebbero tornare comode.

“Il telaio non è da scartare, inoltre abbiamo raccolto informazioni importanti. Stiamo guidando forte e curando i dettagli che poi alla fine fanno la differenza. Siamo a ridosso della top five, nonostante sia finito lontano dai primi, dato che mi è mancato il giro secco. Alla fine però contento”.

Articoli che potrebbero interessarti