Tu sei qui

La MotoGP pronta a sbarcare in Arabia Saudita: firmato un memorandum

Carmelo Ezpeleta ha posto il sigillo di Dorna su una lettera di intenti che porterà il paddock a sbarcare presto in Arabia, su una pista di nuova costruzione: "Hanno già dimostraro di saper organizzare grandi eventi"

MotoGP: La MotoGP pronta a sbarcare in Arabia Saudita: firmato un memorandum

Share


La MotoGP raddoppierà presto la propria presenza in Medio Oriente, aggiungendo un'altra tappa a quella del Qatar. Ieri è infatti stata firmata una lettera d'intenti con la Saudi Motorsport Company tesa ad organizzare un Gran Premio in Arabia Saudita su un autodromo di nuova costruzione, come ha confermato il Principe Khalid Bin Sultan Al Abdullah Al-Faisal, Presidente della Saudi Automobile and Motorcycle Federation e della Saudi Motorsport Company. 

L'accordo non riguarda solo l'organizzazione dell'evento, ma anche la nascita di un programma di sviluppo teso a trovare giovani talenti nella regione ed aumentare la consapevolezza e l'accessibilità a questo sport molto apprezzato. Il programma Road to MotoGP offrirà ai giovani talenti delle corse in Arabia Saudita l'opportunità di competere ai massimi livelli di questo sport, con il chiaro obiettivo di sviluppare i futuri campioni sauditi della MotoGP. Questo è in linea con l'impegno costante di Dorna per lo sviluppo dei giovani piloti in tutto il mondo, utilizzando le sue piattaforme e i suoi campionati per lanciare le carriere di nuovi piloti e sviluppare percorsi di avvicinamento alla MotoGP.

"Siamo entusiasti di confermare oggi la firma di un memorandum d'intesa con Dorna  - ha detto S.A.R. il Principe Khalid Bin Sultan Al Abdullah Al-Faisal - che delinea chiaramente il nostro obiettivo comune di portare la MotoGP in Arabia Saudita. È perfettamente sensato aggiungere la più grande serie di corse motociclistiche del mondo alla nostra crescente lista di eventi sportivi di livello mondiale. Non vediamo l'ora di lavorare con Dorna per mantenere il nostro impegno comune di portare in Arabia Saudita l'apice delle corse su due ruote e di continuare a fornire maggiori opportunità e iniziative per arricchire la vita di tutti i nostri residenti".

"In qualità di campionato leader a livello mondiale per le corse su circuito a due ruote, siamo entusiasti di questa opportunità per la MotoGP - ha affermato Carmelo Ezpeleta -  di espandere la sua portata in Medio Oriente aggiungendo un Gran Premio annuale in Arabia Saudita. La regione è un mercato chiave per gli sport motoristici e la domanda nel Regno per eventi di questo tipo è in crescita, con una ricerca che mostra che l'80% dei fan sauditi vuole vedere di più nel loro paese. Negli ultimi anni, l'Arabia Saudita ha dimostrato di essere in grado di organizzare grandi eventi motoristici globali secondo gli standard più elevati. La firma del Memorandum d'intesa codifica la nostra comune intenzione di esplorare ulteriormente questa opportunità. Siamo certi che nel Regno troveremo una nuova casa eccitante e accogliente e non vediamo l'ora di collaborare ulteriormente con la Saudi Motorsport Company per realizzare insieme questa ambizione comune".

SMC funge da promotore locale per il crescente portafoglio di eventi motoristici del Regno dell'Arabia Saudita, che attualmente comprende il Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1, il Formula E Diriyah ePrix, il Rally Dakar, famoso in tutto il mondo, e un round annuale dell'innovativa serie Extreme E. Questi grandi eventi motoristici ricorrenti sono direttamente collegati alla Visione 2030 del Regno e ciascuno di essi è impegnato in accordi a lungo termine che hanno aiutato l'Arabia Saudita a raggiungere il suo obiettivo.

Articoli che potrebbero interessarti