Tu sei qui

MotoGP, Pirro: “La nuova Ducati? Qualcosa vedrete già a Misano”

“La GP23 la porterò in pista dopo la gara di Valencia, mentre la versione definitiva arriverà a Sepang. Lo sviluppo non è più rivoluzionario come ai tempi della ali”

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il sipario è pronto ad alzarsi! In occasione del round di Misano, tra i piloti in pista vedremo anche Michele Pirro. Il collaudatore Ducati, in pista nel weekend con i colori Aruba, è stato nostro ospite nella live del martedì.

Tra i tanti temi affrontati c’è stato quello riguardante la GP23, ovvero la Ducati che vedremo in pista il prossimo anno. In merito all’argomento, Michele non ha rinunciato a svelarci qualche retroscena.

“L’evoluzione in casa Ducati è sempre continua – ci ha detto – per quanto riguarda la GP23, ci sono piccole cose, che non si vedono, ma vengono comunque portate in pista per essere provate e valutate. Qualcosa magari sarà utilizzato in occasione dei test di Misano”.

In questi anni Michele ne ha provate non poche di novità.

“Nei test si provano delle cose al limite, diciamo così, mentre nelle gare c’è un regolamento tecnico, di conseguenza non puoi presentarti con una carena da Formula 1. In questi anni abbiamo fatto moltissimi esperimenti, mentre ad oggi lo sviluppo è rappresentato più che altro di piccole modifiche. Ricordo però  la fase iniziale dello studio sulle ali, dove magari sfoggiavamo ad esempio la carena Dragonball. Alla fine però conta il risultato e la classifica rispetto alla moto bella”.

In merito alla Ducati GP23 c’è però una tempistica.

“Proverò la moto a ottobre, dopo la gara di Valencia, ma non aspettative evoluzioni visibili ad occhio nudo. Poi la moto definitiva ci sarà al test di Sepang. Dobbiamo recuperare alcune cose su diverse aree e stiamo lavorando in quel verso”.  

Articoli che potrebbero interessarti