Tu sei qui

MotoGP, Uccio Salucci: "Vorrei che Rossi provasse la Ducati...del resto è sua!"

VIDEO - "Sono romantico: mi piacerebbe che provasse la moto di suo fratello Luca. Del resto può provarle quando vuole, sono del suo team VR46! sto spingendo per riuscirci ma non basterebbero tre giri, servirebbe un vero test. Poi sono romantico, mi piacerebbe che provasse la moto di suo fratello Luca" .

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Uccio Salucci sta vivendo al massimo livello l'esperienza di manager di una squadra in MotoGP, con l'ingresso in campo nel 2022 della compagine VR46 nella top class con le Ducati ed il supporto di Mooney, che sta attivamente lavorando per offrire una possibilità di risparmio per i tifosi di Misano. Un progetto che potrebbe quasi essere definito l'eredità di Valentino Rossi, grandissimo amico di Uccio che gli è stato sempre al fianco lungo tutta la carriera del Dottore. 

Ieri Uccio ha partecipato alla nostra LIVE parlando di tantissimi argomenti, tra cui l'ipotesi di vedere Rossi provare le Ducati con cui corrono attualmente Luca Marini e Marco Bezzecchi. Per Salucci sarebbe una ipotesi magnifica da realizzare, ma anche abbastanza complessa ed in più ci sarebbe la componente romantica legata al fatto che Valentino si troverebbe a salire in sella alla moto che utilizza il fratello Luca in gara quest'anno, una sorta di eredità nell'eredità ed un'immagine senza dubbio affascinante. Questo è un estratto del suo intervento di ieri ed il primo argomento è proprio l'ipotetico test di Rossi sulla Ducati del VR46. 

“Se vuole provarla…sono le sue! Per me può provarla quando vuole….io al momento non lo vedo tentato. Per un pilota come Valentino provare una MotoGP non vuol dire arrivare e fare tre giri e dopo dire ‘ok, ho provato questa MotoGP’, quello lo posso fare io. Per Rossi provare una MotoGP vuol dire organizzare un turno di test e sappiamo oggi quanto è difficile farlo, però io spero che lo faccia. Mi piacerebbe che provasse la ‘sua’ Ducati, quindi perché no? Adesso lo vedo molto concentrato con il suo impegno con le quattro ruote, quindi magari è meglio lasciarlo stare".

L'impegno nel GT World Challenge è tosto. 
"Lui non è che fa due giri con la macchina e basta. Ha scelto un campionato molto difficile, si allena tutti i giorni, va sempre sui kart. Il suo impegno è quasi lo stesso di quando correva in MotoGP, ma se vorrà farlo….io sto spingendo già da un po’ e lo farò ancora, mi piacerebbe che provasse la moto del fratello. Io sono anche un po’ romantico, la loro storia secondo me è meravigliosa. Luca ha scelto di fare lo sport più difficile del mondo per lui. Poteva giocare a calcio, a tennis. Ha scelto di fare il motociclista e suo fratello è un attimo Valentino. Mi piacerebbe vederli assieme nel box, magari vedere Luca che consiglia al fratello come guidare la Ducati, per anni è stato il contrario. Sarebbe una cosa molto figa e spero che Vale lo faccia”. 

Uccio ha anche detto la sua sul peso del ritiro di Rossi sull'intera MotoGP.
“Lo sapevamo che il ritiro di Vale non sarebbe stato bello per il nostro sport. Pesa tanto sicuramente, ma il nostro è uno sport meraviglioso e noi italiani abbiamo un sacco di giovani forti. L’eredità di Valentino sono questi ragazzi dell’Academy, nel nostro team c’è tanto di suo. Naturalmente il suo stop ha pesato tantissimo”. 

Alcune battute anche su Franco Morbidelli, che secondo Salucci è vicino all'uscita dal tunnel in cui è caduto da inizio 2022. 
“Io ho visto bene Franco in Austria, ha fatto un bel passo in avanti secondo me. Purtroppo con questa nuova Yamaha, che è molto diversa da quella a cui era abituato, lui non si trova benissimo. Franco ha una guida lineare, è sempre pulito. Se guardi le gare del 2020 e del 2021, anche mentre tirava e faceva i caschi rossi, sembrava che non stesse spingendo. Con questa Yamaha si va forte in maniera diversa. Franco sta facendo un bel po’ di fatica in più di Fabio ad abituarsi. Yamaha supporta Franco alla grande credono in lui. In Austria non abbiamo rivisto il vicecampione del 2020, ma penso che abbia trovato la sua strada. Si è visto un bel passo in avanti, speriamo che abbia trovato la strada giusta per dimostrare quello che lui vale ed è moltissimo”. 

Articoli che potrebbero interessarti