Tu sei qui

MotoGP, Bastianini, pole con messaggio alla Ducati: è davanti a Bagnaia e Miller

Il pilota del team Gresini con la Ducati 2021 mette in fila i piloti ufficiali di Borgo Panigale. Con Martin quarto sono quattro le Rosse davanti a tutti. Quartararo scatterà dalla seconda fila con il 5° tempo al fianco del connazionale Zarco

MotoGP: Bastianini, pole con messaggio alla Ducati: è davanti a Bagnaia e Miller

Share


Un po' di dati: le velocità massime/medie al Red Bull Ring.

Bastianini ha ulteriormente chiarito la giornata di oggi:

"Sono molto contento per la qualifica oggi, la abbiamo preparata bene nella FP4. Abbiamo provato anche la hard all’anteriore perché sappiamo che potrebbe essere la scelta migliore per domani. Il giro in Q2 non è stato perfetto, ma sufficiente per la pole.
Penso che inizio ad esprimermi al meglio ma ho ancora lavoro da fare, l’indole mi rimane di spingere più in gara. Oggi ci ho provato perché sentivo di avere qualcosa in più.
Quando uno è sereno e non ha pensieri per la testa riesce a fare bene. In Austria sono sempre stato competitivo, ma a parte in Moto3 non ho mai concluso. Ho ritrovato il feeling con la moto, non tocchiamo niente, giusto qualcosa nell'elettronica. E’ la situazione ottimale perché sai sempre quello che hai sotto il sedere".

Le tre Ducati di Bastianini, Bagnaia e Miller nel parco chiuso

Miller - "Sono soddisfatto, abbiamo spinto forte per l'intero fine settimana. Ho il passo, c'era la possibilità di lottare per la pole ma ho fatto errori. Ci sarà un po' di caos al primo giro perché con la nuova variante è importante partire davanti".

Bastianini - "Sono contentissimo per la prima pole in MotoGP. Era dalla Moto3 che non andavo in pole. Non è stato facile ma già dalla FP4 abbiamo fatto un passo in avanti. Siamo pronti per la gara. Il prossimo anno ci sarà la Sprint Race, non so se per me sarà buono visto che io vado forte negli ultimi giri".

Bagnaia - "Devo ringraziare i meccanici. Non avevo grip con la prima gomma. Bastianini è andato veramente forte per l'intero fine settimana".

Bastianini ce la fa e centra la pole! Incredibile la determinazione del pilota del team Gresini. Quattro Ducati nelle prime quattro posizioni davanti alla Yamaha di Quartararo.

Bagnaia ce l'ha fatta e balza in prima fila! Ha scalzato Bastianini.

Miller rimane al comando davanti a Bastianini e Mir, ma sta arrivando Zarco. Bagnaia autore di un lungo sta rientrando ora in pista. Non ha nemmeno un giro utile. Si sta lanciando adesso.

Ecco i primi due giri con Miller davanti ad Espargaro, Mir e Bagnaia. Bastianini sbaglia e deve riprendere da capo. intanto sta arrivando Bastianini.

Q2 - Di Giannantonio entrerà in pista per le prime tornate con le gomme usate perché ha solo una gomma nuova da spararsi nella Q2.

E arriva proprio quasi a tempo scaduto Luca Marini a mettersi davanti a Nakagami.

Di Giannantonio beffa Pol Espargaro proprio sul finale.

Bezzecchi e Alex Marquez entrambi in terra nel giro di lancio. L'hard all'anteriore non era ancora in temperatura.

I due fratelli Espargarò davanti a tutti. I piloti rientrano per sostituire la gomma. I due fratelli sono nuovamente usciti l'uno nella scia dell'altro. Aleix se ne è accorto ma ha lasciato stare. Altro che fratelli coltelli!

Q1 - Primi due giri della Q1 con Aleix davanti a Di Giannantonio, il fratello Pol e Bezzecchi.

La FP4 si è conclusa con Enea Bastianini davanti a Luca Marini e Francesco Bagnaia, autore di una scivolata. Quartararo comunque è sempre lì davanti a Bezzecchi e Zarco. Cinque Ducati nei primi sei. E' il momento della Q1: chi passerà il taglio?

Il sabato mattina del Red Bull Ring ha pemiato ancora una volta Johann Zarco, che si sente particolarmente a proprio agio con il rinnovato layout della pista ed ha segnato di nuovo il miglior tempo dopo essere anche stato il migliore del venerdì. Il francese potrebbe essere l'uomo da battere oggi in qualifica, ma la sorpresa della FP3 è stato un Fabio Quartararo sorprendentemente competitivo. Il francese ha limitato i danni ed ha chiuso con il secondo tempo a poco più di un decimo dal connazionale, dimostrando di poter essere, almeno sul giro secco, un serio candidato per il vertice della classifica, a dispetto del deficit di potenza della sua M1. 

Alle sue spalle la lunga fila di Ducati con Miller, Martìn, Bagnaia e Bastianini. Le moto di Borgo Panigale sono senza dubbio le più competitive in Austria e solo il talento del campione del mondo in carica ha impedito alle rosse di monopolizzare le prime file virtuali dello schieramento. In qualifica Quartararo potrà fare altrettanto, ma in gara sarà davvero difficile per lui rispondere in rettilineo alle bordate di potenza delle Desmosedici. Ancora avvincente la sfida tra MArtìn e Bastianini, con Enea che finalmente sembra in grado di essere incisivo anche in qualifica. 

Si sono inserite a sorpresa in Q2 anche le due Suzuki di Rins e Mir, con Brad Binder e la sua KTM a fare da ulteriore terzo incomodo. Anche Aprilia ha piazzato una moto in top ten, ma si tratta di quella 'sbagliata' se vogliamo definirla così, perché non è quella di Aleix Espargarò, bensì quella di Maverick Vinales, ormai sempre più a proprio agio in sella alla RS-GP. Espargarò ha chiuso 11° e sarà costretto a superare lo scoglio della Q1, perdendo probabilmente una gomma buona per giocarsi un posto al top in qualifica. Tutte fuori dalla Q2 le Honda, con Nakagami di nuovo miglior pilota HRC ed accreditato del 12° tempo a sei decimi dai migliori riferimento di Zarco.  

La nostra cronaca LIVE delle qualifiche scatterà alle 14:10, Stay Tuned!

Questa la classifica combinata delle libere al Red Bull Ring:

Articoli che potrebbero interessarti