Tu sei qui

LIVE Bar Sport alle 20 - Sprint Race: la MotoGP a scuola di SBK e F1

VIDEO - Dal 2023 arriverà una grande novità nel fine settimana dei Gran Premi, la prima vera reazione di Dorna per ravvivare il motomondiale dopo l'uscita di scena di Valentino Rossi e l'assenza momentanea di Marquez. In Austria intanto domina la Ducati

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La MotoGP aveva bisogno di un cambiamento e ne aveva bisogno presto. Il preoccupante calo di pubblico nei circuiti ha dato la spinta a Dorna per inventare qualcosa di nuovo ed alla fine invece che trovare qualche nuova formula di gara, l'organizzatore del motomondiale ha pensato bene di pescare dalla SBK (che a sua volta gestisce) e dalla Formula 1. Dal 2023 al weekend di gara 'tradizionale' si aggiungerà infatti la Sprint Race, che darà a metà dei punti rispetto alle gare normali, ma che di certo cambierà parecchio la fisionomia del fine settimana di gara. 

I motivi che hanno portato alla necessità di questo cambiamento sono vari, ma è evidente che l'attuale MotoGP abbia perso qualcosa con l'uscita di scena di Valentino Rossi e con la momentanea assenza di Marc Marquez, che ancora non è tornato ad essere quello del 2019 e che tutti sperano di rivedere in pista ed al 100% dalla prossima stagione. Mancano mattatori, mancano rivalità forti in pista ed anche se questo mondiale è decisamente incerto e spettacolare in pista, manca l'elemento in grado di catalizzaqre l'attenzione mediatica come avveniva in passato. La Sprint Race non sarà forse la soluzione, ma è almeno un chiaro segno di quanto la Dorna voglia restituire linfa al campionato.

Intanto oggi la pista del Red Bull Ring ha restituito i primi verdetti e su un aspetto la classifica di fine giornata è più che chiara: la nuova chicane non solo non ha aiutato la Yamaha su una pista storicamente pro Ducati, ma anzi sembra aver accentuato il divario tra la rossa di Borgo Panigale e la M1, sempre più in debito di cavalli. Quartararo ha tenuto duro ed ha letteralmente infilato la sua Yamaha nel gruppo selvaggio di Desmosedici, ma con queste premesse è facile immaginare una gara davvero difficile per il francese. Le Aprilia si sono confermate veloci, ma è mancato il guizzo oggi e per adesso sembra plausibile che il pilota che possa uscire maggiormente forte dal weekend austriaco sia Pecco Bagnaia, che potrà contare su tante altre Ducati per poter relegare Quartararo ed Aleix Espargarò magari ai margini della top ten e guadagnare ancora punti pesanti dopo quelli di Assen e Silverstone. 

Stasera parleremo di questi argomenti nel nostro Bar Sport che sarà trasmesso alle 20:00 sul nostro canale YouTube, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro canale Twitch. In studio ci saranno Carlo Pernat, Matteo Aglio e Paolo Scalera, pronti a portare avanti la trasmissione anche attraverso le vostre domande e riportando le prime impressioni dal paddock anche sul ritorno (almeno ai box) di Marc Marquez.

Ricordate dunque l'appuntamento alle 20:00, preparate le vostre domande e Stay Tuned!

Articoli che potrebbero interessarti