Tu sei qui

MotoAmerica, Petrucci in testa al campionato accetta la sfida di Gagne a Pittsburgh

Danilo Petrucci del Warhorse HSBK Racing Ducati NYC ha guidato la classifica dei punti fino alla tredicesima gara dell'anno, quando l'ha persa a favore di Gagne per tre punti dopo la vittoria di quest'ultimo in gara uno a Brainerd

MotoAmerica: Petrucci in testa al campionato accetta la sfida di Gagne a Pittsburgh

Share


Se l'anno scorso il campionato MotoAmerica Medallia Superbike era prevedibile, la serie 2022 è prevedibile solo nella sua imprevedibilità, mentre si dirige verso il Pittsburgh International Race Complex dal 19 al 21 agosto.

L'anno scorso Jake Gagne ha vinto 17 gare, di cui 16 consecutive. Gli unici intoppi nella sua stagione vincente sono stati la rottura del motore nella prima gara a Road Atlanta e la caduta e la rimonta al 12° posto sotto la pioggia battente al Barber Motorsports Park, dopo aver già conquistato il titolo. Quando si guardava una gara di MotoAmerica, si dava per scontato che Gagne avrebbe vinto e nell'85% dei casi è stato così. Questa è la prevedibilità.
 
Gagne e la sua Fresh N Lean Progressive Yamaha Racing YZF-R1 hanno vinto otto delle 14 gare, ovvero il 57%. È caduto in due gare e ha avuto un problema meccanico che lo ha messo fuori gioco nella prima gara dell'anno, per il secondo anno consecutivo. Gagne sembrava essere in piena forma prima di gara due al Brainerd International Raceway, con cinque vittorie di fila e un vantaggio nel campionato per la prima volta in tutta la stagione. Con l'incidente ad alta velocità di gara due in Minnesota, tutto questo è svanito. La striscia di vittorie e il vantaggio di punti. Addio, prevedibilità.
 
Danilo Petrucci del Warhorse HSBK Racing Ducati NYC ha guidato la classifica dei punti fino alla tredicesima gara dell'anno, quando l'ha persa a favore di Gagne per tre punti dopo la vittoria di quest'ultimo in gara-1 a Brainerd. Con Gagne che è caduto ad alta velocità e ha fatto sembrare la sua Yamaha come se fosse passata attraverso un tritalegna in gara due, Petrucci era lì per capitalizzare con la sua quarta vittoria dell'anno e la prima da aprile. E la leadership dei punti è tornata all'italiano. Prevedibile? Difficile.
 
Il che ci porta alla gara di Pittsburgh che si terrà il prossimo fine settimana, dal 19 al 21 agosto. Il bilancio: 13 punti separano ora i due in testa alla classifica nella sfida tra Petrucci e Gagne e tra Ducati e Yamaha, con sei gare della Medallia Superbike ancora da disputare.
 
Le stagioni di Petrucci e Gagne sono state polarmente opposte. Se da un lato Gagne è stato dominante nelle gare vinte e ha conquistato la pole position in tutte le gare tranne una, dall'altro il suo difetto principale sono state le due cadute (Road Atlanta e Brainerd). Petrucci, invece, con l'eccezione dell'esordio della serie al COTA, non ha ancora dimostrato di avere il passo per battere Gagne in uno scontro diretto, ma è stato presente in quasi tutte le gare e ha raccolto i pezzi quando Gagne li ha lasciati sul tavolo.
 
Finora Petrucci non ha commesso errori di gara, il che è impressionante se si considera che non conosce quasi per niente i circuiti. L'unico risultato non a punti è stato l'eliminazione a Road Atlanta, quando la Ducati ha ceduto. Per il resto, ha fatto incetta di punti in ogni gara, con quattro vittorie e otto podi nelle 14 gare disputate. Ciò significa che l'ex stella della MotoGP è salito sul podio nell'85% delle gare disputate finora.
 
Sebbene abbia avuto l'anno migliore della sua carriera con la nuova squadra e come compagno di squadra di Gagne, Cameron Petersen si trova in una posizione marginale per quanto riguarda le sue possibilità di campionato. Matematicamente è ancora in lizza, ma recuperare 38 punti su Petrucci e 25 su Gagne è immaginabile, ma non probabile.
 
Petersen ha fatto faville ultimamente, con sette podi di fila, una striscia iniziata con la vittoria in condizioni difficili a Road America. Petersen è a 38 punti di distanza da Petrucci, ma ha superato il sudafricano Mathew Scholtz.
 
Mentre Petersen sta vivendo un buon momento, Scholtz è all'opposto. Con sei podi (tra cui una vittoria) nelle prime sette gare, la stagione di Scholtz è iniziata bene. Ma da quella vittoria, sempre a Road America, la sua stagione si è un po' sgretolata e nelle ultime sette gare non è salito sul podio. Tutto ciò lo ha lasciato a 70 punti da Petrucci e a 32 da Petersen nella lotta per il terzo posto.
 
Hector Barbera del Tytlers Cycle Racing è quinto in campionato come per l'intera stagione e ha 14 punti di vantaggio sul compagno di squadra PJ Jacobsen, quest'ultimo reduce dal secondo podio dell'anno a Brainerd.
 
La prima stagione Superbike di Richie Escalante di Vision Wheel M4 Suzuki stava prendendo velocità verso il round di Brainerd, ma una caduta e la conseguente commozione cerebrale lo hanno messo fuori dai punti in entrambe le gare. È settimo, a 15 punti da Jacobsen e a 13 dal suo compagno di squadra Jake Lewis, che è tornato dall'infortunio e ha chiuso al nono e al settimo posto le due gare al BIR.

Le due gare della MotoAmerica Medallia Superbike a Pittsburghe si svolgeranno alle 15:10 locali in USA (Eastern) di sabato e domenica.

Photo courtesy MotoAmerica by Brian J. Nelson

Articoli che potrebbero interessarti