Tu sei qui

MotoGP, Marini: "La Ducati? Se andasse un po' più forte sul dritto..."

Luca è convinto che il vantaggio di una volta non ci sia più: "Se andasse come una volta, sarebbe più facile superare tutti. Però Ducati ha esperienza, conoscenza del motore e dell’aerodinamica che gli altri non hanno"

MotoGP: Marini: "La Ducati? Se andasse un po' più forte sul dritto..."

Share


Luca Marini è alla sua seconda stagione in MotoGP e sta vivendo una crescita molto interessante. Dopo aver debuttato l'anno scorso su una Ducati 'vecchia' di un anno, in questa stagione ha avuto l'opportunità di mettere le mani sulla moto in versione ufficiale della Casa di Borgo Panigale, quella GP22 che ad inizio stagione ha dato qualche mal di testa di troppo ma che ultimamente si sta rivelando un'arma davvero efficace. 

Eppure secondo Luca c'è qualcosa che non va, o almeno che non va come in passato. In una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Marini sottolinea infatti che il vantaggio in rettilineo che una volta aveva la moto italiana non esiste più o almeno è molto più risicato che in passato. 

"A me piace molto - ha dichiarato Marini parlando della sua Ducati - Se andasse un po’ più forte sul dritto come una volta, sarebbe più facile superare tutti. Però Ducati ha esperienza, conoscenza del motore e dell’aerodinamica che gli altri non hanno, e spero che continueranno a investire su questo".

Luca ha poi risposto alla classica domanda sul rapporto con suo fratello Valentino Rossi. Un fratello dal nome decisamente pesante. 

"Vero, è una cosa che ha lati positivi e negativi. Essendo fratello del più grande della storia, hai il vantaggio che tutti vengono paragonati a lui, sempre. Per Pecco con chi fate il confronto? Con Vale. Marquez, Lorenzo, Dovizioso, Quartararo, tutti inevitabilmente paragonati a lui". 

L'anno prossimo anche Marini si sposerà con la bella Marta Vincenzi (che abbiamo intervistato al WDW). A quanto pare qualcosa di molto diverso rispetto a suo fratello Valentino lo farà.

"È presto. Vorrei avere dei bambini e non troppo tardi, sicuramente non come ha fatto Vale".

Articoli che potrebbero interessarti