Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "La lotta per titolo? Quartararo è sfavorito per la moto"

"Quando gli altri vanno più forte in rettilineo ti trovi in quella posizione. Questo dimostra quanto Fabio riesca a fare grandi cose quando guida"

MotoGP: Morbidelli: "La lotta per titolo? Quartararo è sfavorito per la moto"

Share


Se per la lotta al titolo Aleix Espargarò può contare su Maverick Vinales come alleato e Pecco Bagnaia ha lo squadrone Ducati dalla sua parte, Fabio Quartararo è solo. Per Morbidelli, in questo momento, è impossibile fare gioco di squadra perché le sue prestazioni non sono al livello di quelle dei migliori piloti.

Franco ce la sta mettendo tutta per tornare nelle posizioni a cui ci aveva abituato: “mi sto concentrando su me stesso, sulla guida e come tirare fuori ogni singolo millesimo dalla moto” ha spiegato al termine della gara di Silverstone.

Questi GP per lui sono “un sono una sorta di test” in cui cerca di migliorarsi, senza preoccuparsi troppo della posizione finale. “Però non guardo già al 2023, semmai a me stesso per progredire” ha sottolineato.

Così, nella corsa del Mondiale, è uno spettatore.

“È una bella lotta, dura e interessante. I tifosi si divertiranno tanto a guardarla” l’ha descritta.

Morbidelli conosce bene sia Bagnaia, come lui allievo di Valentino nella VR46 Academy, sia Quartararo, il suo compagno di squadra.

Se la guardo da appassionato, è una bellissima lotta tra piloti fortissimi con due che sembrano avere un grande mezzo e l’altro capace di portare al limite la sua moto in maniera incredibile” ha spiegato. Naturalmente i primi due sono Bagnaia con la Ducati e Aleix con l'Aprilia, mentre il terzo è Quartararo con una Yamaha che soffre per cavalleria

Tre piloti diversi su tre moto diverse ed è proprio questo il punto che potrebbe fare inclinare la bilancia da una parte piuttosto che dall’altra. Perché la Yamaha, almeno quando è Quartararo a guidarla, è veloce, ma Ducati e Aprlia sembrano esserlo di più.

Sinceramente, vedo Fabio nella posizione di sfavorito solo per le caratteristiche delle moto - ha affermato Franco - Quando la tua moto va più piano in rettilineo lo sei, ma questo dimostra che lui può alla guida fare grandi cose”.

Articoli che potrebbero interessarti