Tu sei qui

MotoGP, Miller: "oggi ho lottato con tutti, Silverstone è un circuito vecchia scuola"

L'australiano è riuscito a gestire la gara in maniera intelligente affrontando svariati rivali, un terzo posto ed una doppietta Ducati sul circuito britannico, una doppia vittoria che potrebbe rimescolare le carte in classifica. "Adoro Silverstone? E' uno dei migliori circuiti per lo spettacolo"

MotoGP: Miller: "oggi ho lottato con tutti, Silverstone è un circuito vecchia scuola"

Share


Una giornata da incorniciare per la Ducati, che posiziona entrambi i piloti del team factory sul podio di Silverstone. Una vittoria, inaspettata forse, di Pecco, ma anche un ottimo terzo gradino del podio per Jack Miller. L'australiano, che partiva terzo, ha saputo reggere gli assalti di svariati rivali, prima inseguendo Fabio, poi Alex Rins, per poi cedere il passo al compagno di box e a Maverick Vinales sul finire di gara.

"Si, ho lottato con tutti - ci racconta il pilota australiano - all'inizio ero con Zarco e Fabio, poi quest'ultimo si è allontanato per compiere il long lap e l'ho perso di vista. Poco dopo Johann è caduto ed al suo posto si è presentato Alex Rins che cercava di prendere le distanze. Per un po' ho cercato di tenere il ritmo alto per non perderlo di vista, poi ho deciso di essere più conservativo e vedere come si sarebbe evoluta la gara giro dopo giro. Infine è arrivato Pecco, e assieme abbiamo cominciato ad inseguire Rins che poi ha avuto un calo. Negli ultimi giri ho davvero dovuto tirare fuori il massimo dalle gomme, cercando di gestirle nel miglior modo possibile, utilizzando molto il posteriore nelle curve più fluide per arrivare a fine gara. Sono molto soddisfatto di essere nuovamente qui sul podio, non avrei potuto iniziare la seconda parte del campionato in modo migliore".

Oggi ben due Ducati sul podio, ormai è difficile non vederne almeno una, e le prossime gare dovrebbero essere favorevoli per voi.
"Lo scorso anno in Austria abbiamo avuto un po di sfortuna, ma generalmente è un buon tracciato per noi. Io personalmente tendo a migliorare le mie prestazioni nella seconda metà di campionato, e quest'anno ho già ottenuti degli ottimi risultati nelle scorse gare. Credo che dai test di Barcellona siamo riusciti a compiere un passo avanti importante quindi sono sicuramente ansioso di vedere quali altri risultati riusciremo a raggiungere da qui al termine della stagione".

Cos'è che rende così speciale il circuito di SIlverstone?
"E' un circuito vecchia scuola, con un giro lungo e tanti elementi diversi. Il suo punto di forza è la capacità di dare a moto diverse con punti di forza diversi delle possibilità di dare il meglio di sé, e questo lo si è visto in gara con moto diverse combattere tra le prime posizioni, e la linea dei piloti allungarsi ed accorciarsi a seconda del segmento che si percorreva".

Articoli che potrebbero interessarti