Tu sei qui

MotoGP, A.Espargarò: "La penalità a Fabio? Cercherò di sfruttarla, ma serve equilibrio"

"Ci sono state manovre più aggressive di altri piloti che non sono state punite, questo non ci permette di capire dove sia il limite. Non vedevo l'ora di tornare in pista, saranno tre mesi intensi ma con questa Aprilia voglio provarci"

MotoGP: A.Espargarò: "La penalità a Fabio? Cercherò di sfruttarla, ma serve equilibrio"

Share


Alexi Espargarò ha tra le mani una occasione d’oro a Silverstone. La pista è una delle sue preferite, la sua Aprilia qui nel 2021 era riuscita a regalargli il primo podio della Casa di Noale in MotoGP ed il rivale per il titolo Quartararo dovrà scontare un long lap penalty all’inizio del Gran Premio. 

Tutti ingredienti che concorrono a formare questa mano perfetta per lo spagnolo, che dovrà mantenere sangue freddo e cercare di sfruttare al massimo un’occasione nitida come questa. Ad Assen Aleix ha incantato in gara, dando vita ad una rimonta a dir poco entusiasmante e regalando un doppio sorpasso all’ultima staccata che resterà nella storia della MotoGP. Adesso serve concretezza per Espargarò, per poter sfruttare al meglio una vera mano fortunata. 

"E’ stata una pausa lunga, ma mi sono divertito - ha commentato Aleix - Assen mi ha dato la motivazione per affrontare la seconda parte di stagione, perché sono riuscito a dimostrare soprattutto a me stesso di poter essere molto veloce e competitivo dovunque. L’anno scorso qui ho fatto il mio primo podio con l’Aprilia e da quel momento è stato un anno incredibile con altri podi e la vittoria. Vogliamo continuare così per il resto dell’anno". 

Eri impaziente di tornare a correre?
"Non vedo l’ora. Non mi sono mai sentito così motivato nella mia carriera, ho caricato bene le mie batterie in queste settimane e la sfida che devo affrontare è enorme, ma darò il massimo sempre. Saranno tre mesi molto intensi ma farò il possibile, so che la nostra moto potrà essere veloce ovunque, quindi ci proverò". 

Come valuti la penalizzazione di Fabio qui?
"
Io sono d’accordo con Fabio, nel senso che non gli piace e non capisce questa penalità. Abbiamo visto diversi esempi di piloti che sono stati anche più aggressivi di lui e non sono stati penalizzati. Se avessero penalizzato qualcuno in quelle circostanze, Fabio avrebbe capito senza problemi. Ma tutti i piloti in Safety Commission spingono per capire quale sia il limite. Per fare in modo che le cose funzionino bene per tutti, perché se una volta vieni penalizzato ed un’altra no, dopo è difficile per noi capire cosa fare. Io credo che continueremo a correre come sempre, in modo aggressivo ma corretto. Penso che Fabio cercherà di superare lo stesso! Abbiamo chiesto di essere equanimi nelle valutazioni, serve che i piloti siano penalizzati o meno nello stesso modo". 

Credi che questa penalità possa tagliare fuori Fabio dalla lotta per la vittoria domenica?
"Stamattina sono andato a vedere la pista e il punto in cui si deve scontare il long lap penalty non è così lungo qui a Silverstone come su altre piste. Fabio qui è stato veloce l’anno scorso, quindi non credo che sia un enorme problema. Il fatto è che dovrà scontarlo nei primi tre giri, quando il gruppo è ancora compatto e questo gli farà perdere posizioni. Dovrà fare tanti sorpassi, ma qui sono possibili. Perderà circa un secondo. Ovviamente cercherò di avvantaggiarmi. Io mi sono divertito qui nel 2021 e la nostra moto adesso è ancora migliore, cercherò di recuperare tanti punti domenica". 

L'anno prossimo la MotoGP scatterà da Portimao e non da Losail. Cosa ne pensi?
"Per me sarà strano iniziare a Portimao. Il Qatar è sempre speciale, una pista molto bella. Si corre sotto la luna e le stelle. Mi piace anche Portimao, quindi cercherò semplicemente di fare il massimo". 

Articoli che potrebbero interessarti