Tu sei qui

SBK, Bautista: “Rea ci prova ad ogni curva, anche solo per disturbarti, Toprak è diverso”

“Se lui è più veloce ti attacca e poi se ne va. Oggi mi mancava fiducia all’anteriore, non potevo permettermi di perdere punti. Dopo il lungo del mattino, oggi pomeriggio Johnny era più calmo"

SBK: Bautista: “Rea ci prova ad ogni curva, anche solo per disturbarti, Toprak è diverso”

Share


Alvaro Bautista ha archiviato il weekend di Most con un prezioso secondo in Gara 2. Nonostante non sia riuscito a vincere, lo spagnolo ha comunque preceduto Johnny Rea, costretto a consolarsi con il gradino più basso del podio.

Da parte del portacolori Ducati c’è soddisfazione per il risultato conseguito e al tempo stesso per quanto fatto in questa prima parte di stagione.

“Stamani mi mancava fiducia all’anteriore – ha detto Alvaro – ho quindi preferito non prendere rischi per evitare di commettere errori e perdere punti. Al pomeriggio invece ho ritrovato quella competitività che volevo, ma purtroppo Toprak è stato più veloce”.

Il bilancio non può che essere positivo.

“Ero consapevole del fatto che queste due piste, così come Magny-Cours, sono le più  complicate.  Per me era fondamentale amministrare il vantaggio e non perdere punti. Purtroppo a Donington sono caduto, qua invece ho vinto una gara, ma alla fine sono soddisfatto per quanto fatto”.

Non manca poi una considerazione su Rea.

“Stamani è stato fortunato a non cadere e forse, proprio per questo motivo,  oggi pomeriggio è stato più calmo. Penso sia stata una gara divertente, dove siamo riusciti a essere competitivi”

Alvaro paragona poi Toprak e Johnny.

“Quando Toprak è più veloce ti attacca e poi se ne va. Rea invece ci prova sempre, in ogni curva.  Lui vuole passarti e stare davanti a te e spesso lo fa solo per disturbarti”.

Adesso un mese di stop prima della ripartenza a settembre.

“Ora mi godo un po’ di relax in compagnia della mia famiglia. Cercherò inoltre di recuperare al meglio il problema alla mano, dato che non sono ancora al top della forma. Ad agosto avremo però i test a Barcellona. Sarà un appuntamento importante per prepararci al meglio per la seconda parte di stagione. Non avremo nessuna novità dal punto di vista tecnico, visto che ci concentreremo esclusivamente sulle geometrie della moto”.

Infine un rapido bilancio di questa prima parte di Campionato.

“A parte la caduta di Donington il mio bilancio è senza dubbio positivo. Quell’incidente mi ha insegnato molto e ora sono pronto ad affrontare qualunque situazione. Con la Ducati sono sempre stato in controllo, senza andare oltre al limite e siamo primi in Campionato, nonostante la stagione sia lunga”.

Articoli che potrebbero interessarti