Tu sei qui

SBK, La pioggia spaventa la Superbike a Most con lo spauracchio di Imola 2019

Per sabato è prevista acqua e quello che preoccupa i piloti sono le condizioni di sicurezza del tracciato con i muri ritenuti troppo vicini alla pista e le vie di fuga troppo strette

SBK: La pioggia spaventa la Superbike a Most con lo spauracchio di Imola 2019

Share


A Most si è conclusa la prima giornata di prove libere con Toprak Razgatlioglu e la sua Yamaha davanti al gruppo. La mente dei piloti è ora rivolta alla giornata di sabato, dove il meteo potrebbe giocare la parte di protagonista. Secondo quelle che sono le previsioni, per domani è prevista pioggia per tutto l’arco della giornata.

Un grattacapo non da poco per squadre e piloti, chiamati a fare i conti con una condizione mai incontrata nel corso del weekend, che li obbligherà di conseguenza a dover ripartire da zero. Al momento però, il nodo cruciale riguardo cui si sta dibattendo è la sicurezza del tracciato ceco, entrato dalla scorso anno nel calendario delle derivate.

Quella di Most è una pista lontanamente paragonabile a quelle che siamo abituati a incontrare nel corso del Campionato. Le vie di fuga, infatti, non sono ampie come a Barcellona, Assen, Portimao o Misano, giusto per fare un esempio, inoltre le barriere sono più vicine alla piste. Infine non esiste una service road esterna.

Tutti questi aspetti rischiano di incidere non poco in merito al fattore sicurezza: “La situazione è simile a Imola 2019 – ha detto Alvaro Bautista – se cadi in condizioni di bagnato diventa pericoloso con i muri così vicini”. Alvaro ha poi aggiunto: “In caso di pioggia, a mio avviso, sarebbe meglio non correre”.

Sulla questione Rea ha invece preferito non rilasciare dichiarazioni, tagliando corto: “Preferisco non parlare della sicurezza della pista di Most, lo farò solo in Safety Commission con gli altri piloti”. Toprak invece scalpita: “Io sono pronto per la sfida, alla fine le condizioni sono le stesse per tutti”.

La verità di ciò che accadrà qua in Repubblica Ceca la scopriremo soltanto domani. Innanzitutto ci sarà da capire quella che sarà l’intensità dell’acqua che si abbatterà sul tracciato.

Tra dubbi e interrogativi c’è però un aspetto che potrebbe giocare a favore dei piloti. Nell’ultimo anno la pista è stata ceca è stata riasfaltata in diversi punti e questo intervento dovrebbe consentire una miglioria non da poco in merito al drenaggio dell’acqua.

Vedremo quindi se Most supererà o meno questo primo esame: la sicurezza dei piloti in pista vale molto più di 25 punti.

Articoli che potrebbero interessarti