Tu sei qui

SBK, Pirelli mischia le carte a Most: niente SCQ e c’è una nuova SC0!

Colpo di scena in vista del round ceco: per l’occasione la Casa tricolore ha deciso di sfoggiare una sorta di gomma "pseudomorbida" al posteriore viste le condizioni del tracciato

SBK: Pirelli mischia le carte a Most: niente SCQ e c’è una nuova SC0!

Share


Il Mondiale SBK si appresta ad affrontare il suo sesto appuntamento stagionale, di scena sul tracciato di Most in Repubblica Ceca. Alla vigilia dell’ultimo round estivo, Pirelli ha svelato le allocazioni a disposizione dei piloti in questo weekend. Uno dei cambiamenti principali riguarda la gomma SCQ - introdotta in questo 2022 per la Tissot Superpole e per la Tissot Superpole Race - che non sarà presente mentre assisteremo al debutto di una soluzione di sviluppo al posteriore.

Tre le soluzioni all’anteriore a disposizione dei piloti del WorldSBK e sono tutti composti soft: si tratta della SC1 standard, della SC1 A0674 (SC1A) di sviluppo e della SC1 A0843 (SC1B) di sviluppo precedentemente utilizzata ad Assen e che a Most potrebbe dar vita ad effetti davvero rilevanti. Ad Assen con questa gomma Rea ha vinto Gara 1 e la Tissot Superpole Race mentre in Gara 2 ad avere la meglio era stata la A0674 che in questo 2022 in totale ha vinto cinque gare.

Al posteriore sono due le soluzioni in termini di composto SC0, una standard e l’altra – la B0624, soluzione di sviluppo – che sarà all’esordio a Most. Presenta un composto e una struttura diverse. Considerando le caratteristiche specifiche della pista, la SCQ non sarà presente a Most: al suo posto per la Superpole e la Superpole Race i piloti potranno utilizzare il composto SCX.

In merito a tali scelte, Giorgio Barbier  ha affermato: “Sulla scia del lavoro di sviluppo portato avanti a Misano sulla SCX al posteriore, a Most i nostri sforzi saranno rivolti alla SC0 che sarà presente in una nuova specifica oltre a quella che già conosciamo. Per noi si tratta del secondo anno in cui veniamo a correre qui e inoltre, rispetto alla scorsa stagione, abbiamo una serie di dati su cui basare la nostra scelta di composti. Ovviamente dopo i lavori compiuti in inverno alcune caratteristiche del circuito potrebbero aver visto dei cambiamenti ma si tratta ancora di una pista particolarmente impegnativa per le gomme e ciò è dovuto al layout e anche il nuovo asfalto probabilmente sarà più aggressivo. Per tutte queste ragioni abbiamo deciso di affidarci a soluzioni che sono ancora soft ma sufficientemente robuste per affrontare le insidie. Per la stessa ragione abbiamo deciso di non portare la SCQ extrasoft ma di lasciare la SCX come gomma per la Superpole ed eventualmente per la Superpole Race”.

Articoli che potrebbero interessarti