Tu sei qui

SBK, Bassani: “Dico ciò che penso, senza fare falsi sorrisi”

“Stamani nella Superpole Race non ho sfruttato la SCQ, ma in gara ho avuto ritmo e sono sempre il primo degli indipendenti. Mahias? Lui si lamenta sempre quando uno lo sorpassa”

SBK: Bassani: “Dico ciò che penso, senza fare falsi sorrisi”

Share


Axel Bassani si è rivelato ancora una volta il migliore dei piloti indipendenti. Nonostante una gara sprint complicata, nella manche del pomeriggio il portacolori Motocorsa ha chiuso in settima posizione, precedendo per l’occasione la Yamaha di Locatelli.

Un risultato incoraggiante, ottenuto su una delle piste più complicate dell’intero Mondiale.

“Stamani ho provato una modifica all’assetto che non mi è piaciuta – ha spiegato – purtroppo, nella gara sprint, non sono riuscito a sfruttare la SCQ e sono andato in crisi. In Gara 2 però la situazione è cambiata, infatti il passo era buono, ma il problema è stato partire dietro, dovendo poi colmare il gap”.

Al mattino non è poi mancata un po’ di tensione con Lucas Mahias.

“Lui fa sempre così. Quando gli fai un bel sorpasso se la prende. Non è la prima volta che centra qualcuno. Io l’ho passato e lui mi ha preso sulla gamba, in seguito si è lamentato perché non gli ho lasciato spazio, nonostante fosse stato lui a venirmi addosso. Alla fine però nessuno della direzione gara si è esposto sull’accaduto. Pertanto penso sia già risolta la cosa, dato che quella manovra non era oltre il limite”.

Il suo bilancio di questa trasferta a Donington è certamente positivo.

“Le gare lunghe si sono rivelate positive, nonostante la partenza da dietro. Quel che conta è che noi ci siamo. Anche oggi sono stato il primo degli indipendenti, con la squadra abbiamo fatto un bello step e dobbiamo continuare su questa strada”.

Intanto sui social non mancano i complimenti nei suoi confronti.

“Io dico sempre quello che penso, senza fare sorrisi falsi e con rispetto verso tutti. Per me l’onestà è la cosa più importante”.  

Articoli che potrebbero interessarti