Tu sei qui

SBK, Razgatlioglu: "Ho vinto come Lorenzo? Troppo presto per dirlo"

"Si tratta semplicemente di una gara. Negli ultimi tre giri non ho fatto altro che amministrare onde evitare di prendermi rischi inutili. Da una parte sono rimasto sorpreso perché ieri non mi sentivo affatto forte. Il mio sogno è la tripletta a Donington Park"

SBK: Razgatlioglu: "Ho vinto come Lorenzo? Troppo presto per dirlo"

Share


A fronte di un avvio di stagione povero di soddisfazioni, il Campione in carica Toprak Razgatlioglu è tornato alla vittoria in Gara 1 a Donington Park. Con una prestazione semplicemente perfetta, il portacolori di Pata Yamaha with Brixx ha così centrato la 20esima affermazione in carica, nel medesimo luogo dove per altro era salito per la prima volta in carriera sul podio nel 2018 (allora con la Kawasaki di Puccetti). Sorprese entrambe le Kawasaki ufficiali al via, il turco ha saputo dapprima difendersi con forza e maestria dagli assalti di Jonathan Rea, scappando poi in fuga solitaria fino alla bandiera a scacchi.

"Ho mantenuto un passo costante e, una volta accumulato un buon margine di vantaggio sugli inseguitori, negli ultimi tre giri non ho fatto altro che amministrare onde evitare di prendermi rischi inutili. Da una parte sono rimasto sorpreso perché ieri non mi sentivo affatto forte, il grip al posteriore inoltre calava in fretta. In gara invece ho avuto una moto molto simile a quella del 2021, avevo tutto sotto controllo. Devo ringraziare soprattutto il team per il lavoro svolto. Non so bene cosa abbiano modificato, ma ha funzionato. Sono campione del mondo e, considerato che domani saranno in programma altre due gare, il mio sogno è la tripletta. Abbiamo le carte in regola per provarci".

Alla luce del giusto compromesso trovato oggi sulla moto, pensi di poterti ripetere anche in altri tracciati?

"Già a Misano avevamo compiuto dei passi in avanti, ieri però ho riscontrato più difficoltà del previsto. Questa mattina le sensazioni sono state migliori e infatti in gara abbiamo centrato la vittoria in un tracciato che amo particolarmente".

Un assolo del genere ricorda le imprese di Jorge Lorenzo con Yamaha ai tempi della MotoGP.

"Troppo presto per dirlo, si tratta semplicemente di una gara". 

All'inizio della corsa in compenso non sono mancate le emozioni con Jonathan Rea...

"Ho visto Johnny, entrambi abbiamo staccato tardissimo alla Fogarty Esses. Lui è finito fuori traiettoria, ma non so cosa gli sia successo in seguito perché pensavo soltanto a spingere senza stressare eccessivamente le gomme"

Adesso in campionato insegui Alvaro Bautista a -54.

"Come il mio numero abituale! Scherzi a parte, come ho dichiarato più volte, non guardo alla classifica generale. Penso di gara in gara e davanti a noi ce ne sono ancora tante prima che finisca la stagione"

Articoli che potrebbero interessarti