Tu sei qui

SBK, Bautista: “Redding ha detto una cazzata sul limite di peso, guardate Espargarò”

“Mettere un limite di peso è una cosa stupida, Aleix pesa 6 kg più di me. Qua a Donington Rea è un passo avanti. Il mio compagno di squadra 2023? Se dovessi scegliere io direi Rinaldi”

SBK: Bautista: “Redding ha detto una cazzata sul limite di peso, guardate Espargarò”

Share


Alvaro Bautista si presenta a Donington fresco di rinnovo con Ducati e con l’obiettivo di fare bene su una pista che in passato si è rivelata complicata. Lo spagnolo è consapevole che l’esame è di quelli ad altissimo coefficiente di difficoltà, ma al momento tutto sta andando secondo i piani.

Oltre a parlare del weekend di gara, non manca la risposta a quanto ci ha detto ieri Scott Redding, in merito al limite di peso moto+pilota.

“Questa secondo me è una cazzata – ha detto – vuoi più velocità ed essere leggero? Guardate Espargarò, lui è più alto di Scott, pesa 6 kg più di me, ma si allena duramente ogni giorno. Se Scott vuole essere più veloce in rettilineo dovrebbe perdere muscoli. Ma questo comporta maggiore stress a livello di forza nel guidare la moto. Per me è una cosa stupida mettere un limite di peso, considerando tra l’altro che noi non utilizziamo tutto il potenziale delle moto su ogni circuito”.    

Chiuso il capitolo Redding, si parla poi del weekend britannico.

“Quella di Donington è una pista più difficile. Non mi aspetto nulla di particolare, considerando che in passato ho sofferto. Le sensazioni di questo venerdì sono però positive, ma dobbiamo procedere a piccoli passi. Al momento Rea è uno step avanti rispetto agli altri, ma il podio è possibile a mio avviso”.

La sua mente è quindi rivolta al sabato.

“Domani proveremo infatti qualche modifica in modo da avere maggiore comfort in sella alla moto. Battere Rea sarà molto difficile, ma io penso a me stesso, senza badare al fatto di poter combattere o meno con Johnny. In base alla fiducia che avrò capirò che tipo di strategia adottare in gara, ovvero se attaccare o meno. Alla fine nelle gare può succedere di tutto e questo è il bello del Motorsport”.

In ottica mercato Bautista ha già definito il proprio futuro, rinnovando con Aruba.

“Lo scorso anno ho firmato per una stagione, dato che non sapevo come sarebbe andata nella mia seconda avventura con Ducati. La mia priorità era quella di tornare, divertirmi con la moto e ritrovare fiducia. Adesso ho deciso di rinnovare per il 2023, perché in questo team sono felice, tutti stanno lavorando al massimo per rendere la moto competitiva e io mi trovo benissimo. Andiamo quindi avanti assieme e vedremo quello che sarà”.

L’unico interrogativo è legato a chi sarà il compagno di squadra 2023.

“Questa non è una scelta mia. Con Rinaldi mi trovo bene, dal punto di vista fisico siamo simili e c’è un ottimo rapporto nel box. Ridiamo e scherziamo e ovviamente ci confrontiamo. Se dovessi decidere io direi Michael, considerando che è un pilota veloce e competitivo”.

La strada è quindi tracciata e non resta che seguirla.

“Come ho detto più volte dobbiamo continuare con questa costanza. Nel 2019 siamo andati fuori strada, perché abbiamo provato tante cose. Adesso abbiamo una linea ben definita da seguire e fare così”.

Articoli che potrebbero interessarti