Tu sei qui

SBK, Donington: Rea spalle al muro, per Bautista e Ducati è l’ora della verità

Sulla pista di casa Johnny sa di essere obbligato a vincere, mentre per Alvaro e la Rossa è l’ostacolo più grande con Toprak intenzionato a minacciare la coppia di testa

SBK: Donington: Rea spalle al muro, per Bautista e Ducati è l’ora della verità

Share


Ci siamo! A distanza di un mese dal round di Misano, la Superbike torna in pista nel weekend sul tracciato di Donington Park. Nella Contea del Leicestershire i riflettori saranno tutti puntati sulla sfida al vertice, dove Alvaro Bautista comanda con 36 punti di vantaggio nei confronti di Johnny Rea.

Fino ad oggi lo spagnolo si è rivelato un misto di costanza e velocità, tanto da essere sempre presente sul podio in tutte le gare disputate. Bautista, fresco di rinnovo contrattuale con Aruba, è quindi intenzionato ad allungare la propria striscia positiva, consapevole del fatto che questo sarà l’esame più complicato dall’inizio del Mondiale.

Il layout del tracciato britannico ha infatti più volte messo in difficoltà la Panigale V4, tanto che lo scorso anno non ci fu nessuna Rossa sul podio, mentre due anni fa Bautista finì addirittura a terra per poi consolarsi con un terzo posto in occasione di Gara 2 condita da non poche sofferenze.

La storia adesso è diversa, perché Alvaro si è cucito su misura la Rossa e questo sembra essere davvero l’ultimo ostacolo da superare nella corsa iridata. D’altronde si corre sulla pista di casa di Johnny Rea, dove per il Cannibale non ci sono segreti.

Con 36 lunghezze da colmare dalla vetta, il nordirlandese è consapevole del fatto che la vittoria è d’obbligo questo weekend, dato che in caso di passo falso la corsa al Mondiale diventerebbe tutta in salita. Per il portacolori Kawasaki non sarà cosa facile, considerando che oltre allo spagnolo sarà necessario fare i conti con Toprak Razgatlioglu, vincitore di Gara 1 e Gara 2 nella passata stagione.

Adesso però la situazione è diversa per il turco, perché in questo 2022 è riuscito a vincere soltanto una gara, lamentando un gap dal vertice di ben 79 punti. Il campione del mondo potrebbe però inserirsi in un eventuale testa a testa tra Rea e Alvaro e siamo convinti che qualora ci fosse l’occasione non si tirerà certo indietro.

Al tempo stesso sarà poi interessante scoprire il potenziale di Michael Rinaldi, chiamato a confermare la prestazione di Misano su un tracciato dove lo scorso anno ha sofferto non poco, mentre c’è attesa per Honda, che nelle scorse settimane ha svolto i test a Donington con l’obiettivo di prepararsi al meglio

Infine non mancano le new entry, su tutte Tarran Mckenzie. La stella del BSB sarà infatti di scena con una Yamaha R1 e in molti sono curiosi di scoprire come si comporterà nel confronto con i big del Mondiale. Ancora un poco di attesa e avremo tutte le risposte.

QUI gli orari del weekend i gara.

Articoli che potrebbero interessarti