Tu sei qui

MotoAmerica, Gagne non fa sconti e conquista anche Gara 2 a Laguna Seca, 2° Petrucci

L'americano si prende la vetta del MotoAmerica con tre punti di vantaggio su Danilo, che in Gara 2 ha dovuto piegare la furia di Petersen, 4° Escalante, fuori Scholtz

MotoAmerica: Gagne non fa sconti e conquista anche Gara 2 a Laguna Seca, 2° Petrucci

Share


A quanto pare questo Jake Gagne è un vero e proprio rullo compressore. Dopo la doppietta messa a segno due settimane fa a The Ridge, lo statunitense fa bottino pieno anche a Laguna Seca, mettendo in cassaforte una doppietta da incorniciare.

Semplicemente impeccabile il portacolori Yamaha, che in Gara 2 mostra ancora una volta la propria superiorità. Nonostante la partenza dalla terza casella, il campione in carica si rivela un missile allo spegnimento dei semafori, agganciando la prima posizione in curva 1 senza più farsela sfuggire fino alla bandiera a scacchi. Il suo è un successo che pesa, tanto da consentirgli di prendere la vetta del Campionato con 3 punti di vantaggio su Petrucci. 

Alle sue spalle compare proprio Danilo. Più di così non poteva fare il pilota ternano, il quale ha tentato di rimanere agganciato al rivale nelle prime battute di gara, senza però riuscire a colmare il gap che lo separava dalla vetta. Il resto della gara lo ha dovuto poi dedicare nel tenere a bada uno scatenato Cameron Petersen, che ha tentato fino all’ultimo di trovare il varco vincente per soffiargli la seconda posizione.  

A completare il podio di Gara 1, come anticipato, è Cameron Petersen, protagonista tra l’altro di un super salvataggio nel corso della seconda tornata per evitare di finire a terra. Il sudafricano precede per l’occasione un sorprendente Richie Escalante in sella alla Suzuki, mentre in quinta e sesta posizione le BMW di Barberà e PJ Jacobsen.

Domenica da dimenticare invece per Mathew Scholtz, costretto ad alzare bandiera bianca per una caduta che lo ha condannato al ritiro.  

Archiviato il round di Laguna Seca, il MotoAmerica tornerà in azione il 30-31 luglio in Minnesota.  

 

Articoli che potrebbero interessarti