Tu sei qui

MotoGP, Michelin Tech Talk ad Assen da Piero Taramasso

Il pneumatico Soft all'anteriore offre ai piloti un ottimo feeling e anche una forte aderenza all'angolo massimo. Anche il pneumatico anteriore Medium potrebbe essere una buona scelta quando si cerca supporto in frenata e stabilità.

MotoGP: Michelin Tech Talk ad Assen da Piero Taramasso

Share


Giornata molto positiva per Michelin, tempo asciutto e temperatura della pista stabile a 32°.
MotoGP: nuovo record del circuito stabilito da Pecco Bagnaia in 1:31.50
MotoE: nuovo record per il giro più veloce in gara stabilito da Eric Granado in 1:43.08

 
MotoGP - Cinque specifiche testate. Due all'anteriore e tre al posteriore. Oggi abbiamo raccolto informazioni preziose. Ieri le condizioni della pista erano molto instabili, passando da una superficie completamente bagnata a una completamente asciutta.
 
Per la gara: il pneumatico Soft all'anteriore offre ai piloti un ottimo feeling e anche una forte aderenza all'angolo massimo. Anche il pneumatico anteriore Medium potrebbe essere una buona scelta quando si cerca supporto in frenata e stabilità. Le tre opzioni di pneumatici posteriori sono tutte adatte alla gara, poiché il livello di usura dovuto alla superficie è basso. Più in dettaglio: elevata aderenza/prestazioni fin dall'inizio con il pneumatico Soft. Il pneumatico Medium offre un buon equilibrio tra aderenza e durata/consistenza durante la gara. Il grip del pneumatico Hard è discreto con il vantaggio di una maggiore stabilità, caratteristica importante qui ad Assen.
 
L'aderenza della pista durante il Warm Up di domani mattina sarà il criterio principale per i team per mettere a punto l'assetto delle moto e decidere la strategia di pneumatici da gara.
 
MotoE: Gara 1 -
Gara emozionante e combattuta fino all'ultima curva. I pneumatici Michelin per materiali sostenibili si sono comportati bene, nonostante qualche segno sul lato destro. Buona la consistenza complessiva.

Articoli che potrebbero interessarti