Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "Ho delle lacune, ho sofferto nelle stesse piste del 2021"

"L'incertezza sul mio futuro non mi ha limitato e la GP21 è ancora competitiva. Voglio tornare a lottare con i più forti e non ci metterò molto"

MotoGP: Bastianini: "Ho delle lacune, ho sofferto nelle stesse piste del 2021"

Share


Enea Bastianini non sta attraversando un buon momento. Dopo la vittoria di Le Mans (la terza dell’anno) è caduto al Mugello e a Barcellona e al Sachsenring, domenica scorsa, è stato 10°. Non il migliore risultato per chi fino a pochi GP fa puntava al titolo. Il pilota del team Gresini è il primo a saperlo, come sa che deve cambiare passo prima della pausa estiva. Quindi questo fine settimana, ad Assen.

Spero di essere veloce qui, mi piace molto questa pista, fin dai tempi della Moto3 - ha detto - È un circuito con cambi di direzione molto veloci e con la Ducati non è facile, sarà importante avere buone sensazioni fin dall’inizio per partire bene. Dipenderà molto anche dal meteo, perché domani sembra pioverà. L’anno scorso tutti i piloti Ducati avevano faticato, ma dipenderà molto dal primo impatto. Quando ti trovi subito bene, poi diventa tutto più facile”.

Esattamente quello che non era successo al Sachsenring.

Lo scorso GP è stato difficile fin dall’inizio - ha ricordato Enea - Ho provato a cambiare diverse cose sulla moto ma le sensazioni sono rimaste le stesse. Quando succede, la cosa migliore è usare il setup standard e, se qui non mi trovassi nelle migliori condizioni, farò così, non toccherò la moto”.

In questo senso, la sua Desmosedici, quella 2021, sembra stare iniziando a pagare qualcosa rispetto al nuovo modello, come è normale che sia.

La mia moto può essere ancora veloce - non ha cercato scuse Bastianini - Ci sono state piste difficili per me e ho faticato a essere veloce, ma credo che la GP21 sia una moto ancora molto competitiva. Sicuramente la GP22 è migliorata, può fare la differenza in alcune aree ma non su grandi cose. Sicuramente, io ho voglia di tornare a stare davanti, a lottare con i più forti, e non penso che ci metterò molto”.

Ora che il suo futuro è deciso, Enea dovrà ancora aspettare per sapere in quale team sarà il prossimo anno.

Sono molto sereno, non mi pesa sapere il mio futuro ad agosto - ha chiarito - Abbiamo trovato un accordo sulle cose importanti, ho firmato con Ducati per altri due anni, ma non è questo che mi aveva limitato nelle ultime gare. Ho faticato nelle stesse piste in cui mi era successo lo scorso anno e non mi ha fatto piacere perché significa che ho ancora delle lacune.

Articoli che potrebbero interessarti