Tu sei qui

MotoGP, Mercato: Rins verso la Honda, Oliveira in Aprilia e l'incognita Vietti

LCR pronta all'inedita coppia Rins-Ogura, Miguel vicino a RNF sulla RS-GP mentre Aprilia vorrebbe Celestino che dovrà decidere se passare in MotoGP. Ipotesi Gresini per Raul Fernandez

MotoGP: Mercato: Rins verso la Honda, Oliveira in Aprilia e l'incognita Vietti

Share


Lentamente, sulla scacchiera del mercato piloti tutte le pedine stanno andando al loro posto. Pochi giorni fa KTM ha messo a posto la sua squadra ufficiale annunciando l’arrivo di Jack Miller (che farà coppia così con Brad Binder), i giochi sono già fatti anche per Yamaha (Quartararo- Morbidelli) e Aprilia (Aleix Espargarò-Vinales) mentre Ducati si sta prendendo tempo. Con Pecco Bagnaia già sotto contratto, deciderà in agosto se affiancargli Bastianini o Martin. Infine, in Honda si attende il ritorno di Marc Marquez e si lavora su Joan Mir.

Fin qui le squadre Factory, quelle ufficiali, ma il mercato più movimentato è quello dei team satellite, che una volta erano una seconda scelta, ma negli ultimi anni sono diventati sempre più interessanti per i piloti, soprattutto quando la dotazione tecnica è di prim’ordine.

Piloti come Alex Rins e Miguel Oliveira saranno sicuramente in team indipendenti, ma avranno comunque la possibilità di bene figurare. A proposito dello spagnolo e del portoghese, il fine settimana tedesco ha cambiato un po’ la loro situazione.

Alex, dopo essere stato a lungo vicino all’Aprilia del team RNF, ora ha intensificato le trattative con Honda, non per il team ufficiale ma per quello di Lucio Cecchinello (come hanno scritto i nostri colleghi di Motorsport). Rins sembra quindi destinato a prendere la sella di Alex Marquez, mentre dall’altra parte del box potrà trovare facilmente Ai Ogura, con Nakagami sulla via dell’addio (cosa che avevamo già anticipato).

E Oliveira? Si sa che il portoghese stava parlando per prendere il posto di Bastianini nel team Gresini e a dimostrarlo c’erano state anche delle foto di Miguel in quel box in compagnia di Paolo Ciabatti. Tra il dire e il fare, però, c’erano di mezzo i soldi, che possono essere una barriera insormontabile. Del resto a Borgo Panigale hanno molti giovani sotto contratto e aprire i cordoni della borsa nuovamente non è scontato. Ecco perché ora il portoghese è diretto verso l’Aprilia, che perso Rins avrebbe un pilota altrettanto talentuoso ed esperto.

C’è però ancora un’altra RS-GP libera e, nonostante le dichiarazioni di Razlan Razali, a Noale vorrebbero un pilota italiano. RNF è un team satellite Aprilia ed è Massimo Rivola ad avere l’ultima parola sui piloti. Non c’è però molta scelta, anzi solo una: Celestino Vietti. Il suo passaggio in MotoGp non è però ancora sicuro, perché il piemontese della VR46, in testa al Mondiale della Moto2, potrebbe anche decidere di rimanere un altro anno nella classe intermedia e pensare a quella regina nel 2024, quando avrà probabilmente maggiori possibilità di scelta. In questo momento non è stata presa ancora nessuna decisione, ma Celestino non avrà molto tempo per darlo.

Anche se Vietti decidesse di rimanere in Moto2, il gioco delle selle lascerebbe a piedi qualcuno. In Pramac rimarrà Zarco, che sarà affiancato da Bastianini o Martin, mentre in VR46 sia Marini sia Bezzecchi sono praticamente già riconfermati.

A piedi rimangono Raul Fernandez, Darryn Binder e Alex Marquez con due selle libere: un’Aprilia di RNF e una Ducati di Gresini. Fra tutti, Raul è il giovane più interessante e a Ducati piacerebbe se vestisse i colori di Gresini, mentre Razali spingerebbe per tenere Darryn.

Rimane ancora il team Tech3: Gardner dovrebbe essere riconfermato ed è atteso il ritorno in KTM di Pol Espargarò, come ci aveva indirettamente confermato Francesco Guidotti in una nostra intervista dicendo di volere un pilota esperto per accelerare lo sviluppo della moto.

Articoli che potrebbero interessarti