Tu sei qui

SBK, Razgatlioglu: “Superpole race bella, con Dovizioso ho parlato della Yamaha M1”

“A breve la proverò per la prima volta, ma non correrò in MotoGP nel 2023. Oggi abbiamo migliorato la moto dopo i problemi tecnici di ieri. In Gara 2 la gomma è calata in fretta per le alte temperature”

SBK: Razgatlioglu: “Superpole race bella, con Dovizioso ho parlato della Yamaha M1”

Share


La domenica al Misano World Circuit Marco Simoncelli ha messo in luce un Toprak Razgatlioglu maggiormente propositivo. Ansioso di riscattare il pesante zero di ieri pomeriggio, subito in apertura di giornata il turco di Yamaha ha finalmente ritrovato il successo nella Superpole Race che gli mancava dall’Argentina 2021, mentre in Gara 2 ha dato spettacolo nel corpo a corpo con Alvaro Bautista, salvo poi dover alzare bandiera bianca tagliando il traguardo al secondo posto.

“La Superpole Race è stata incredibile, basti guardare al ritmo che ho mantenuto. Abbiamo migliorato la moto dopo i problemi tecnici di ieri, specie a livello di freno motore - ha affermato - nel pomeriggio invece, ho deciso di utilizzare la vecchia SCX anziché una delle tipologie di sviluppo perché al mattino mi ci sono trovato a mio agio. Sfortunatamente però, a causa delle alte temperature, nell’arco di pochi giri la gomma è calata. Ho capito che non sarebbe stato possibile vincere e mi sono accontentato del risultato”.

Come si può risolvere il calo delle gomme in vista dei prossimi round?

“Questo aspetto è abbastanza normale, è fisiologico che gli pneumatici calino dopo dieci giri di gara. Le differenti condizioni climatiche del pomeriggio hanno contribuito a complicare la loro gestione, anche quando mi stavo difendendo in avvio dagli assalti di Bautista. Ieri il set up della moto non era ideale per il mio stile di guida, ma fin da questa mattina le sensazioni sono state decisamente migliori”.

A pranzo hai avuto un colloquio in hospitality con Andrea Dovizioso, avete parlato anche della M1?

“Si perché a breve la proverò per la prima volta. Ma vado semplicemente per fare il test, non con l'intenzione di prendere parte alla prossima stagione della MotoGP, ha ammesso.

 

Articoli che potrebbero interessarti