Tu sei qui

MotoAmerica, Petrucci 3° nella roulette di Road America, Petersen vince Gara 2

Su una pista insidiosa a causa della pioggia Danilo chiude nuovamente sul podio riprendendosi la vetta del Campionato, 2 PJ Jacobsen, 4° Gagne, 8° Scholtz

MotoAmerica: Petrucci 3° nella roulette di Road America, Petersen vince Gara 2

Share


La pioggia del pomeriggio ha complicato non poco i piani di squadre e piloti in occasione di Gara 2 a Road America della Superbike. L’asfalto era infatti un rebus vero e proprio, dal momento che in alcuni tratti era bagnato, mentre in altre sezioni si presentava asciutto. I piloti si sono quindi trovati di fronte a un campo minato e per sbagliare ci voleva davvero ben poco.

Consapevoli di quelli che fossero i rischi, Danilo Petrucci ha utilizzaton la sciabola e il fioretto, evitando però di andare oltre il limite con le Dunlop rain a lui sconosciute e mai provate prima d'ora. Al comando della corsa si è quindi portato Cameron Petersen seguito da PJ Jacobsen. I due hanno duellato fino all’ultimo giro: ad aggiudicarsi il successo è stato però il sudafricano della Yamaha, che ha piegato lo statunitense della BMW, costringendolo ad accontentarsi della seconda posizione.

Petrucci è rimasto in agguato, archiviando Gara 2 in terza posizione, nonostante alcuni problemi di motore accusati in uscita di curva. Un risultato comunque di spessore per il ternano, che gli riconsegna la vetta del Campionato per 7 punti vista la deludente prestazione di Scholtz, soltanto ottavo al traguardo. Il vincitore di Gara 1 è infatti andato a fondo in condizioni tutt'altro che semplici, dovendo rincorrere fin dal primi giro.

Giù quindi il cappello di fronte a quanto fatto da Danilo, il quale si era presentato all’appuntamento reduce dal brutto incidente di Virginia, che gli aveva provocato la rottura del perone e diverse escoriazioni. Quarto posto invece per il campione in carica della serie Jake Gagne, il quale ha perso diverse posizioni allo spegnimento dei semafori. Alle sue spalle compare la BMW di Larry Pegram.        

 

Articoli che potrebbero interessarti