Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "Andrò all'attacco i primi giri, poi farò una gara intelligente”

"Io parto da dietro e non posso andare troppo piano se voglio recuperare posizioni. L'importante sarà riuscire a frenare forte e fare qualche sorpasso”.

MotoGP: Bastianini: "Andrò all'attacco i primi giri, poi farò una gara intelligente”

Share


di Mattia Caimi

Enea partirà dietro, in 14° posizione, e su una pista come quella di Barcellona dove il grip è scarso, le gomme si consumano in fretta e sorpassare è difficile, si prospetta per lui una gara difficile. Oggi Bastianini ha mancato l’accesso in Q2 e non ha potuto giocarsi la partenza nelle posizioni che contano. Se da un lato la Bestia è famosa per essere un agnellino con le gomme, dall’altro le condizioni della pista unite a una rimonta obbligatoria renderanno difficile anche per il pilota riminese riuscire a portarsi a casa un bel bottino. Ma lui una strategia ce l’ha già.

“Peccato perchè potevamo fare meglio. L’ultimo giro volevo fare qualcosa in più poi ho beccato Mir che pascolava alla tre. Avremmo dovuto entrare in Q2 stamattina. A sto punto ci tocca lavorare di più domani. Mi sembra di essere tornato indietro nel tempo. Il passo gara non è male e il 'drop' ci sarà sul finale, sarà una gara lunga”.

Ci vorrà una partenza sensazionale.
“Sì la partenza ormai è un punto fondamentale nella MotoGP”.

Domani che gomma userai?
“Scegliere quella giusta è sempre difficile ma domani penso che possiamo fare una bella gara, dovrò recuperare molto all’inizio, anche perchè alla fine sarà difficile avere ancora gomma”.

Ventiquattro giri qui necessitano di una strategia, qual è la tua?
“Soprattutto nella prima parte è necessario essere molto gentili con le gomme, ma io parto da dietro e non posso andare troppo piano se voglio recuperare posizioni”.

C’è un settore in cui sei più forte degli altri?
“A gomme nuove sono veloce nel primo e l’ultimo, con le gomme usate nel terzo. Ma non so quale sia il migliore. L'importante sarà riuscire a frenare forte e fare qualche sorpasso”.

Pensi di poter vincere? Dovrai rendere dei rischi.
“Dovrò prendere dei rischi all’inizio ma poi dovrò stare calmo, senza esagerare”.

Questa pista presenta tante incognite, è difficile fare previsioni?
“Sì è difficile, la pista cambia molto a seconda dell’orario. l’unica cosa di cui sono sicuro è che dovrò partire forte”.

Confermi che sarà difficile scappare per chi è davanti?
“io penso che il gruppo davanti difficilmente prenderà rischi. Se fossi davanti punterei a tenere energie e gomme per il finale”

Qualcuno ha detto che sarà una gara giungla.
“Magari all’inizio, ma alla fine si sveleranno le carte”.

Sulla carta sei il migliore a gestire le gomme. Punti su questo aspetto?
“Non tanto. Domani dovrò fare una gara in attacco e le gomme ne risentiranno, ma soprattutto dovrò fare una gara intelligente”.

Quindi rischi all’inizio e calma poi? É una decisione dovuta dall’ultima gara o è il circuito che lo richiede?
"È dovuto alla posizione in cui parto”.

Chi dai come favorito?
“Aleix e Zarco. Ma anche Pecco, Vinales e Fabio. Quartararo oggi aveva un passo incredibile”.

Si fa più differenza nelle curve o in rettilineo?
“Curve, assolutamente”.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti