Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: “Se si corresse domani Aleix e Aprilia farebbero il vuoto”

"Barcellona è una pista molto Aprilia, ma soprattutto molto Aleix che è uno che non sta molto sull’angolo di piega e sembra avere una moto molto agile. Il time attack non credo sia un problema qui, mi preoccupa di più il passo”

MotoGP: Bastianini: “Se si corresse domani Aleix e Aprilia farebbero il vuoto”

Share


di Mattia Caimi

Dopo lo zero del Mugello sulla carta Barcellona è un’ottima pista per Bastianini. Il poco grip causa un rapido decadimento delle gomme e la sua capacità di essere gentile con gli pneumatici, potrebbe tornargli utile nei giri decisivi.

Il favorito di Enea però è Aleix, che ha fatto vedere un passo e una velocità sul giro secco superiore a quelli di tutti, confermando il suo affiatamento con la RS-GP di Noale. Per il pilota del team Gresini sono proprio loro i favoriti per la vittoria al Montmelò, ma siamo solo al primo giorno.

“Il grip oggi era terribile ma bisogna adattarsi, perchè non cambierà per quest’anno. Oggi è andata bene. In FP1 sono stato veloce, in FP2 con la dura dietro non lo sono stato altrettanto, domani la riproverò. Nel giro veloce sono stato ancora veloce, quindi sono contento”.

Per la corsa sei indeciso tra media e dura?
“Sì, la hard all’inizio è molto buona, ma dopo solo 4 giri cala. Gli altri con la media hanno meno problemi, quindi penso sia la scelta più indicata”.

Le FP4 sono importanti, nonostante la differenza di temperatura con il pomeriggio?
“Sì di solito sono importanti per la gara, ma questa volta non ho fatto molti giri con una gomma ma ho voluto comparare media e dura. In questo circuito il calo delle gomme è molto accentuato”.

Come sei messo per il giro secco?
“Penso che il time attack non sia il problema qui, mi preoccupa di più il passo”.

Come giudichi il tuo passo gara e la Ducati?
“Le Ducati sul tempo sono sempre molto forti, ma sul passo c’è chi è più a posto di noi, soprattutto il pomeriggio”.

Ti aspettavi un’Aprilia così forte?
“Sì, è una pista molto Aprilia, ma soprattutto molto Aleix che è uno che non sta molto sull’angolo di piega e sembra avere una moto molto agile”.

Come vedi invece Quartararo in apparente difficoltà?
“Penso che uscirà fuori, non penso al livello di Aleix, ma penso sia da podio”

Qui avevi detto che avresti dovuto adattare il tuo stile di guida, anche per migliorare i problemi in inserimento che dicevi di avere nelle ultime gare.
“Ni, la seconda no, per la prima sì. Non guido come dovrei guidare una MotoGP qui, l’anno scorso ho faticato molto e non sono ancora  a posto. É difficile sfruttare il potenziale in inserimento qui”

Il fatto che Aleix sia per la prima volta così competitivo in casa, pensi che gli basti per sopperire al gap di prestazioni con la Ducati?
“Credo che se si corresse al momento scapperebbe. Ma siamo solo a venerdì e possono ancora migliorare tutti”.

 

Translated by Julian Thomas

Articoli che potrebbero interessarti