Tu sei qui

Vespa: arriva l'ennesima copia cinese. Sequestro dall'Agenzia delle Dogane

Il Made in Italy continua ad attirare ed arriva l'ennesima Vespa copiata. Quattro gli scooter elettrici scovati all’aeroporto di Milano Linate

Moto - Scooter: Vespa: arriva l'ennesima copia cinese. Sequestro dall'Agenzia delle Dogane

Share


Ci risiamo, arriva l'ennesima Vespa copiata. Questa volta sono state scovate e sequestratei quattro scooter elettrici presso l’aeroporto di Milano Linate. Ad "individuarle", dei funzionari del gruppo Milano 3 dell'Adm, che hanno subito notato una "certa somiglianza" con lo scooter più famoso del mondo. A poco è servito una tinta bicolore, nera ed arancione, ed è scattata immediatamente la confisca dei mezzi. L’azienda ha presentato istanza di tutela, ma il direttore dell’agenzia, Marcello Minenna, è proccupato, visto che si tratta di una produzione "in serie" vera e propria. Questo significa che ce ne sono altri...

Eugenio Fusco, Procuratore aggiunto di Milano, ha così commentato a ilGiornale; "È un grave danno al Made in Italy ed è un precedente pericoloso". Pensate che solo nel 2021 si sono registrati 36.000 sequestri tra auto e ciclomotori copiati, un incremento del 300% rispetto al 2020. La provenienza? Tendenzialmente Cina, ma arrivano mezzi anche dalla Turchia. Le destinazioni? L'Italia al primo posto, seguita da Libia ed Albania. Potete dunque immaginare il danno per le imprese e l’economia stessa.

Oltre al danno, va poi analizzato il "fattore sicurezza". Naturalmente, bisogna poi includere nella cosa anche i giocattoli, realizzati con materiali tossici. Tornando ai mezzi, non si conoscono bene le capacità frenanti dei mezzi, così come la qualità della realizzazione. Pensiamo alle sospensioni, al telaio, ai propulsori... La cosa che fa "sorridere" (per non piangere...) è che gli italiani, nonostante siano consapevoli di tutto questo, continuano ad acquistare questa merce, senza pensare alle possibili conseguenze. Attenzione dunque, risparmiare, non significa riuscire a vivere meglio... anzi.

Articoli che potrebbero interessarti