Tu sei qui

Energica Experia: la nuova "Green tourer", prima crossover elettrica

Grazie alla batteria da 22,5 kWh, la Energica Experia promette 222 km di autonomia (ciclo WMTC) e 102 CV di potenza massima

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


In occasione del GP del Mugello di MotoE, è stata presentata la Energica Experia, moto elettrica del segmento crossover. Un prodotto estremamente interessante e che era di fatto assente nel settore delle moto elettriche. Un modello che il costruttore definisce come una "Green Tourer" per viaggiare ad emissioni zero. Un prodotto interessante, perché fa parte del segmento per affrontare comodamente dei grandi viaggi. Paura per l'autonomia? Ci sta, ma vedremo anche questo. Sappiate che però vi è la possibilità di ricaricare in corrente continua la moto, così da rendere il rifornimento di energia estremamente veloce.

102 CV di potenza di picco

Iniziamo dal propulsore, una nuova unità che ha il nome di PMASynRM. E' un motore raffreddato a liquido, sincrono ed a riluttanza, assistito da magneti permanenti. Energica parla di un'efficienza che può raggiungere il 96%, ma soprattutto di una potenza di picco di 75 kW ovvero 102 CV. Diversa ed inferiore, quella continua, stimata in 60 kW, ovvero 80 CV. Ottima la coppia massima, di 115 Nm, particolare che non solo consente di raggiunger e una velocità massima di 180 km/h (limitata elettronicamente) ma una accelerazione da 0 a 100 km/h di 3,5 secondi. Quanto alla batteria, è da 22,5 kWh (19,6 kWh utilizzabili). I dati dichiarati in tema autonomia, vedono 420 Km in città, 256 nel misto e 208 nell'extra urbano. 222 i km di autonomia nel ciclo WMTC. Per passare da 0 a 80% della carica, servono 40 minuti di ricarica.

Detto questo, c'è la parte "normale" della moto, ovvero quattro mappe per il motore e quattro selezioni per la gestione della frenata rigenerativa. Non mancano controllo di trazione e cruise control. Sotto gli occhi del pilota, cè uno schermo TFT da 5. Vediamo la ciclistica: telaio a traliccio tubolare in acciaio unito a piastre laterali in alluminio. Questo lavora in simbiosi con una forcella anteriore a steli rovesciati ed un mono ammortizzatore posteriore, tutto ZF Sachs. A "frenare" la moto, un impianto Brembo. I cerchi sono da 17 pollici e calzano pneumatici Pirelli Scorpion Trail II. Il peso dichiarato è di 260 kg. Il prezzo? Si parla di 30 mila euro circa.

Articoli che potrebbero interessarti