Tu sei qui

MotoGP, Martin: “Con questa Ducati non faccio la differenza da nessuna parte”

“Continuo a cambiare assetto da un turno all’altro, senza riuscire a trovare una base. L'anteriore si chiude in ogni curva e non ho grip al posteriore”    

MotoGP: Martin: “Con questa Ducati non faccio la differenza da nessuna parte”

Share


Il suo volto la dice tutta. È un Jorge Martin insoddisfatto, perché le sue aspettative erano certamente altre. Al termine della FP2 del Mugello il pilota spagnolo è infatti fuori dalla top ten, a tal punto da doversi consolare con l’undicesimo posto.

Da una parte c’è il problema al braccio che lamenta da tempo, dall’altra la scarsa fiducia con questa GP22 come lui stesso ha ammesso.  

“Recentemente ho fatto alcuni trattamenti al braccio e diverse visite mediche – ha spiegato - purtroppo ho un problema al tunnel carpale, dato che un nervo è bloccato. In questi giorni mi sono riposato a casa e oggi non ho avuto problemi, spero che la situazione non peggiori durante il prosieguo del weekend”.

L’attenzione si sposta poi sulla Rossa.

“Stamani sono arrivato in circuito con tanta fiducia, il problema è che durante quest’anno non sono riuscito a trovare una Ducati che mi piaccia, così come base. Oggi mi sentivo bene fisicamente, però ad ogni curva l'anterioresi chiudeva e mi mancava il grip posteriore”.

Nonostante i limiti, lo spagnolo del team Pramac non vuole arrendersi.

“Devo trovare un assetto di base, dato che ad ogni turno lo cambio. Così è difficile, perché se cerco di andare più veloce cado e non voglio farmi male. Purtroppo, con questo motore, non ho punti positivi, inoltre con l’attuale carena perdo in rettilineo. Bisogna arrivare ad avere un assetto che mi consenta di fermare e girare meglio la moto, dato che con questa moto non ho un solo punto dove sono più forte degli altri piloti”.   

Articoli che potrebbero interessarti