Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "Se vinco il titolo voglio provare la Ducati di Stoner"

VIDEO, ENEA SULLA GPONE CAR - "Con Bagnaia una bella rivalità, ci spingiamo a vicenda. Con Dall'Igna un bel rapporto: sa ascoltarmi"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Enea Bastianini era salito per la prima volta sulla GPOne Car 6 anni fa, al Mugello, quando era un debuttante in Moto3. L’ha rifatto oggi: “mi ricordo quando sono stato in macchina con voi, ero al mio debutto al Mugello” sorride. Ora è un pilota maturo, ha vinto già tre gare in MotoGP ed è in piena lotta per il Mondiale. Solo una cosa non è cambiata, i colori del team Gresini.

Cosa direbbe quell’Enea di quello di oggi?
Direbbe che posso fare ancora un po’ meglio”.

Intanto sei dato come favorito per il posto nel team Ducati ufficiale il prossimo anno.
In realtà è una cosa a cui non penso troppo, sono in una struttura molto efficace, c’è un bel clima e ho una moto molto competitiva, anche se è dell’anno scorso. Sono contento, se poi il futuro sarà in rosso… non dirò di no. Io mi sto estraniando da questi discorsi per concentrarmi sul campionato, perché appena ti distrai un attimo finisci indietro. Quello che conta è rimanere sul pezzo”.

Sei a 8 punti da Quartararo, credi nel titolo?
Secondo me le possibilità ci sono, ma so benissimo che gli avversari sono tosti. Quando Fabio è in forma è veramente difficile da battere, Pecco è tornato al suo potenziale e sono molto sorpreso da Aleix, sta facendo un campionato incredibile e non mi aspettavo fosse davanti in tutte le gare, inizia a essere pericoloso. È una stagione molto competitiva e credo mi farà sudare”.

Intanto sta iniziando una rivalità con Bagnaia…
Mi piace perché conosco Pecco da tanto tempo e abbiamo sempre lottato molto, anche quando eravamo piccoli, e nessuno si è mai tirato indietro. È una lotta positiva, non è Biaggi contro Valentino, noi ci rispettiamo molto anche fuori dalla piste. Mi piace questa rivalità perché corriamo sulla stessa moto e credo ci sproni entrambi”.

Al tuo fianco hai Alberto Giribuola, l’ex capotecnico di Dovizioso.
“Pigia è forte, è una grandissima persona e un bravo tecnico. Ha capito quello che mi serve, Andrea modifica molto la moto, io invece rimango sempre vicino alla base. Al momento sta funzionando, ogni volta che salgo in moto riparto da dove avevo lasciato”.

E del tuo manager Pernat cosa ci dici?
Cosa dire di Carletto? Gli ho insegnato a usare Tinder! (ride) In Argentina non sapeva come fare, ma dopo 5 secondi era diventato un maestro (ride)”.

Come sono i rapporti con Dall’Igna?
Gigi mi piace come persona perché non è come lo si vede all’esterno, non è timido come appare. Condividiamo molte cose e ascolta, non si intestardisce ed è molto aperto”.

Come passi il tuo tempo libero?
La pesca è sempre stata la mia seconda passione, quando sono a casa mi piace andare a pescare, cerco sempre di ritagliarmi un po’ di tempo”.

C’è un altro campione a cui piaceva la pesca, un certo Stoner...
Casey guidava forte la Ducati e non era quella che usiamo noi ora. Un giorno mi piacerebbe provare la moto in cui ha vinto il Mondiale, magari se un giorno arriverà il titolo glielo chiederò”.

Cambiamo discorso, molti piloti si lamentano della difficoltà di sorpassare a causa dell’aerodinamica. Tu cosa ne pensi?
Siamo stati su piste come Portimao e Jerez, in cui è difficile sorpassare, perché sono strette e i rettilinei corti. A Le Mans sarebbe stato più facile ma in gara non lo era, bastava che frenassi un metro dopo per andare lungo, l’asfalto sembrava non avere grip. In Qatar e ad Austin di sorpassi se ne sono visti tanti”.

Non si rischia di arrivare a quelle gare a trenino della Formula1 di qualche anno fa?
È probabile, perché le moto vanno veramente forte e siamo tutti al limite: sorpassare diventa difficile”.

La turbolenza seguendo un’altra moto è un problema?
“Si sente abbastanza, soprattutto nei rettilinei lunghi, quando sei in scia, la moto si scompone. Non è assolutamente facile, siamo al limite, diventerebbe un problema se le moto andassero ancora più forte”.

Articoli che potrebbero interessarti