Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: “Io, Pecco, Aleix e Fabio i favoriti per giocarcela”

"Anche nel pomeriggio ho avuto un bel ritmo anche se nel time attack ho sbagliato qualcosina, comunque l’ideal time non dovrebbe essere affatto male"

MotoGP: Bastianini: “Io, Pecco, Aleix e Fabio i favoriti per giocarcela”

Share


di Mattia Caimi

É un Enea in forma quello che stiamo vedendo al Mugello, con un buon passo e senza la necessità di toccare troppo la moto per andare forte, in poche parole: a posto. Gli è mancato qualcosa sul giro secco ma la Bestia avrà modo di rifarsi.

Nei primi otto posti troviamo sei Ducati, segno che la Desmosedici, nelle varie annate, qui è molto competitiva. Il pensiero vola subito alla possibile sfida tra Enea e Pecco ad accendere gli animi degli appassionati nel GP di casa. Chi potrebbe rovinare la festa? La pioggia prevista per domenica.

"Oggi è andata piuttosto bene, ho avuto un buon feeling e un buon ritmo dall’inizio. Era caldissimo, con una temperatura che al mugello non si è mai vista. Anche nel pomeriggio ho avuto un bel ritmo anche se nel time attack ho sbagliato qualcosina, comunque l’ideal time non dovrebbe essere affatto male. Fatico un po’ nel T3, nelle due Arrabbiate non riesco ad andar dentro con velocità e a fidarmi del davanti".

Pensi che ci sarà da lavorare sulla moto?
“Più che altro sull’elettronica, la moto rimarrà molto simile. Sarà difficile scegliere le gomme con questo caldo, la soft dietro da più grip ma temo non finisca la gara”.

Allo stato dei fatti l’unico peccato sono le previsioni meteo.
“Quelle non aiutano ma siamo stati veloci”.

É l’inizio che speravi?
“Sì, sicuramente speravo di iniziare col piede giusto. Non abbiamo fatto grandi modifiche nel setup quindi vuol dire che siamo a posto.  É mancata solo un po' di velocità nel time attack”.

Ci sono sei Ducati nei primi otto posti, pensi che questo trend possa continuare?
“Sì, la Ducati qui è competitiva, il motore non gli manca, e la ciclistica è migliorata tanto. Aleix sta facendo qualcosa di unico con l’Aprilia e la moto è cresciuta molto”.

Abbiamo parlato tanto dello scollini, com’è andata oggi?
“Meglio del previsto, questa moto è davvero molto a posto”.

Quanto cambia i pronostici se piove?
“Credo che sarà una cosa negativa per tutti, al Mugello se piove c’è poco grip, ma non molleremo in ogni caso”.

Con così tante Ducati davanti rischia di crearsi un buco nei primi giri?
“Credo che in tre o quattro abbiamo dimostrato di avere un passo di qualche decimo migliore degli altri. Fabio ha avuto un bel ritmo anche se non ancora per stare davanti. Io Pecco Aleix e Quartararo penso che saremo i più veloci".

Articoli che potrebbero interessarti