Tu sei qui

SBK, Aruba non si ferma: adesso l’obiettivo è chiudere con Bautista

Alvaro è in scadenza di contratto come nel 2019, ma questa volta la storia sarà diversa e lo spagnolo potrebbe addirittura essere il primo tra Toprak e Rea a definire il suo 2023

SBK: Aruba non si ferma: adesso l’obiettivo è chiudere con Bautista

Share


Un inizio di stagione da incorniciare quello di Alvaro Bautista e la Ducati. A dirlo sono i numeri: 4 vittorie nei primi tre round e vetta del Mondiale con quasi 20 punti nei confronti della Kawasaki di Johnny Rea, primo degli inseguitori.

Da quando è tornato in sella alla Panigale V4, lo spagnolo sembra essere l’unico in grado di esaltare il potenziale della Rossa a tal punto da comandare la classifica iridata. È un Bautista sereno, spensierato e sorridente, capace di avere il pieno controllo del mezzo, trasmettendo fiducia e armonia all’interno del team.

La strada è quindi tracciata e non resta fare altro che seguirla. Lo sa bene Alvaro, che in questa seconda vita con Ducati sta vivendo una sorta di rinascita dopo le difficoltà incontrate nel biennio con Honda. La mente del numero 19 è quindi libera da pensieri e focalizzata sul presente, ma al tempo stesso si guarda a un futuro che sarà certamente a tinte rosse.

Se per Aruba lo spagnolo è un punto di riferimento, per Alvaro la squadra tricolore è una sorta di seconda casa e allora non c’è luogo migliore per continuare a lavorare e crescere insieme. Proprio per questo motivo, la volontà del team capitanato da Stefano Cecconi è quella di definire il prima possibile il futuro del proprio alfiere.

Dal lato contrattuale Alvaro è in scadenza a fine stagione e l’intento è quello di giocare d’anticipo, chiudendo in tempi brevi l’affare. Aruba vuole infatti proseguire con lui e lo stesso discorso vale per lo spagnolo. Dopo la scottatura avvenuta nell’estate 2019, Bautista non pare per niente intenzionato a saltare su altre selle, considerando che al momento l’unica possibilità potrebbe essere rappresentata da BMW, qualora non dovesse andare in porto il rinnovo con van der Mark.

Nel giorno in cui Aruba annuncia l'estensione dell'impegno in SBK fino al 2024 e diventa title sponsor per le wildcard di Michele Pirro in MotoGP, tutti gli sforzi sono ora concentrati sul rinnovo di Alvaro. L’idea è quella di un contratto su base annuale per il 2023 con opzione per la seconda stagione legata al 2024. Per Bautista potrebbe quindi preannunciarsi una sorta di lunga vita in rossa.

In una Superbike dove Toprak è ancora in attesa di provare la MotoGP, mentre Rea aspetta di sedersi al tavolo con Kawasaki, Bautista potrebbe anticipare i due rivali nel definire il proprio futuro. Misano non sarebbe affatto male come palcoscenico per l’atteso annuncio.

Articoli che potrebbero interessarti