Tu sei qui

SBK, Revocata la squalifica a Trasimeno: Neila torna leader nella Women's Cup

Accolto il reclamo contro la squalifica del Team Trasimeno da Gara 2 della Women's European Cup a Valencia. Beatriz Neila Santos torna in testa al campionato, restituito il punteggio anche a Sara Cabrini

SBK: Revocata la squalifica a Trasimeno: Neila torna leader nella Women's Cup

Share


Punto di svolta per quanto concerne la stagione della Women's European Cup 2022. In data odierna infatti la Commissione Disciplinare della FIM Europe si è dichiarata contraria alla squalifica inflitta ai danni delle due portacolori del Team Trasimeno, Beatriz Neila Santos e Sara Cabrini, al termine di Gara 2 della WEC disputatasi lo scorso 24 aprile al Circuito Ricardo Tormo di Valencia, presa dall'allora giuria di gara a causa di una (presunta) variazione non regolamentare al serbatoio delle rispettive Yamaha YZF-R3.

Le difese del team

Ciascuno degli appelli presentati dallo stesso Team Trasimeno nei giorni a seguire del secondo round stagionale, affermava che l'applicazione di alcune strisce di nastro adesivo sulla parte inferiore del serbatoio non rappresentava una modifica al serbatoio stesso, bensì solamente una protezione per la pompa della benzina al fine di aumentare la sicurezza della moto in caso di rottura o di una eventuale caduta.

La decisione FIM 

Dopo una scrupolosa analisi, FIM Europe ha stabilito che l’applicazione alla parte inferiore di un nastro adesivo non altera oppure modifica la forma nonché funzione del serbatoio o della pompa della benzina (fissata in origine dalla casa produttrice), accettando quanto sostenuto da entrambe le pilote circa la sicurezza della moto ed il fatto che le prestazioni non siano state in alcun modo incrementate. La Commissione Disciplinare ha quindi deciso che i serbatoi delle moto sono da ritenersi in regola con i regolamenti tecnici previsti dalla Women’s European Cup.

Come cambia la classifica della WEC

Sara Cabrini in azione sulla Yamaha R3 del Team Trasimeno

Di conseguenza le squalifiche precedenti sono state annullate. Seppur con un mese di ritardo, la restituzione della vittoria ottenuta con pieno merito sul campo consente alla duplice campionessa Beatriz Neila Santos di tornare ad essere leader della Women's European Cup con 94 punti, 13 in più della connazionale Sara Sanchez che occupa adesso la seconda posizione. Discorso analogo per la compagna di squadra, Sara Cabrini, che vede così raggiungere quota 40 punti nella generale grazie agli 11 della quinta posizione. 

“Giustizia è stata fatta. La Federazione Motociclistica Internazionale ha accolto il nostro ricorso, avvallando le nostre tesi. Come cita il comunicato della FIM, noi non abbiamo modificato il nostro serbatoio e soprattutto non abbiamo tratto nessun vantaggio dall’aggiunta del nastro adesivo. Lo abbiamo fatto solo per migliorare la sicurezza della nostra moto. In oltre 24 anni di attività il Team Trasimeno ha vinto numerosi titoli sia italiani che europei e le nostre moto sono state spesso sottoposte ad attenti controlli, che non hanno mai evidenziato nessuna anomalia. Questa sentenza non fa che confermare la buona fede nostra e dei tecnici, che si erano sentiti mortificati dalla squalifica. Sono dunque felice per loro ed ovviamente anche per Beatriz Neila Santos e Sara Cabrini, alle quali sono stati restituiti i risultati che avevano ottenuto in pista con tanto impegno e coraggio", ha ammesso il team principal Moreno Bacchini.

Articoli che potrebbero interessarti