Tu sei qui

SBK, Lecuona senza parafango in Gara 2 a Estoril: ecco come ha fatto a correre

Parla Iker: “Durante il giro di ricognizione ho sentito uno scoppio, volevo rientrare ai box, ma ho continuato. In Gara la moto era tutta una vibrazione”

SBK: Lecuona senza parafango in Gara 2 a Estoril: ecco come ha fatto a correre

Share


Iker Lecuona si sta cucendo questa Honda sempre più su misure. Dopo il podio di Assen, lo spagnolo si è infatti confermato nei piani alti anche a Estoril, mostrando il suo potenziale in sella alla CBR 1000 RR-R.

In occasione dell’ultimo appuntamento in terra portoghese non sono però mancati gli inconvenienti.

Già perché in gara 2 lo spagnolo ha perso il parafango e lui stesso ha raccontato l’accaduto ai microfoni del canale WSBK: “Non so come sia successo – ha detto – ho frenato e nel corso del giro di riscaldamento ho sentito uno scoppio e non ho potuto fare niente! Sono arrivato alla prima curva, ho sentito qualcosa sulla moto e poi qualcosa dalla moto mi è passato accanto molto velocemente sulla destra! Ho pensato ‘no, non adesso che sono quarto!’”.

L’idea iniziale era quella di un pit stop forzato, invece: “Volevo entrare ai box ma poi ho provato i freni tre o quattro volte. Funzionavano e quindi mi sono portato sullo schieramento. Ho controllato, andava tutto bene e in gara è stato un po’ complicato. È stata difficile da gestire, ho dovuto adattare tanto il mio stile e un po’ tutto il resto in gara. La realtà è che quando sono partito era difficile fermare la moto e avvertivo delle vibrazioni”.

Un grattacapo non da poco per il rookie della SBK: “All’anteriore la moto si muoveva tanto, era tutta una vibrazione ma onestamente è stato molto complicato. In curva 1 sono finito largo e ho perso contatto con i primi. Sono contento dato che in gara sono riuscito a riadattare tutto ma sono anche frustrato dato che sono consapevole che questa era una bella occasione per stare davanti”.

Articoli che potrebbero interessarti