Tu sei qui

SBK, Si avvicina la 24h di Spa: le prime immagini dei piloti EWC all'Eau Rouge

FOTOGALLERY - Si stanno svolgendo in queste ore i test pre-evento del Mondiale Endurance FIM EWC in previsione della leggendaria 24h di Spa Francorchamps di inizio giugno. BMW in testa nel day 1 davanti a YART Yamaha, in pista anche Chaz Davies con Ducati

SBK: Si avvicina la 24h di Spa: le prime immagini dei piloti EWC all'Eau Rouge

Share


Quella in programma il week-end del 4-5 giugno prossimi, tra appena un paio di settimane, si prospetta una 24 Ore di Spa Francorchamps leggendaria per il Mondiale Endurance, che tornerà d’attualità nelle competizioni di durata motociclistiche a distanza di addirittura 19 anni dall’ultima edizione. Non poteva essere altrimenti. Un circuito ricco di fascino e storia, contraddistinto dai suoi adrenalinici saliscendi vietati ai deboli di cuore, che in queste ore sta ospitando due giornate di test ufficiali per squadre e piloti del FIM EWC in avvicinamento proprio alla 24h Spa EWC Motos.

Omologazione

La nuova tribuna permanente costruita all'esterno dell'Eau Rouge-Raidillon

Fortemente voluto dal promoter del campionato, Discovery Sports Events, sin dal 2015, il rientro di Spa Francorchamps all’interno del calendario del Mondiale Endurance ha subito manifestato diverse criticità. Il motivo è molto semplice: l’omologazione dell’impianto, che deve raggiungere il Grado B di certificazione, come richiesto dalla stessa Federazione Motociclistica Internazionale, affinché possa tenersi un evento del FIM EWC. Un processo dispendioso dal lato prettamente economico (25 milioni di euro!), ultimato da pochi mesi a questa parte, avente una doppia finalità: per la sicurezza, ma anche per gli spettatori, con il chiaro intento di generare un’atmosfera inedita nonché un nuovo punto di partenza dopo il recente biennio funestato dalla pandemia.

Layout (quasi) intatto

I lavori nei mesi invernali alla curva Speaker, le moto adopereranno il nastro d'asfalto presente sulla sinistra

Costruzione di nuove tribune permanenti a parte, le modifiche riguardano principalmente le vie di fuga (ampliate e, ove possibile, in sabbia e non più asfalto). Discorso diametralmente opposto invece per il disegno del tracciato delle Ardenne visto che, rispetto al chilometrico layout utilizzato abitualmente dalla Formula 1, cambierà solo ed esclusivamente la curva Speaker, più stretta e con il punto di corda leggermente anticipato al fine di ampliare per ovvie ragioni la via di fuga. Intatto, pertanto, l’iconico tratto dell’Eau Rouge-Raidillon per la gioia degli appassionati.

Prove generali con Davies in pista

Sebbene manchino ancora venti giorni scarsi, la 24h Spa EWC Motos sta già generando un interesse globale e i due giorni di test ufficiali pre-evento rappresentano un importante banco di prova per gli usuali protagonisti FIM EWC, che stanno saggiando i 7 km di Spa Francorchamps. Per quanto concerne i verdetti, nel day 1 lo squadrone BMW Motorrad composto da Markus Reiterberger, Ilya Mikhalchik e Jeremy Guarnoni si è assicurato il miglior tempo in 2’20″887. A poco più di 4 decimi YART Yamaha con il nostro Niccolò Canepa affiancato da Marvin Fritz e Karel Hanika con a seguire, nell’ordine, F.C.C. TSR Honda, Yoshimura SERT Motul Suzuki e Kawasaki SRC. Da segnalare la presenza di Chaz Davies sulla Panigale V4-R #6 di ERC Ducati (ieri al 6° posto), mentre in Superstock figura al top il Team Kawasaki Louit Moto con il tridente azzurro formato da Christian Gamarino, Simone Saltarelli e Kevin Calia. Oggi ultima giornata di prove.

Articoli che potrebbero interessarti