Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Smettere? Voglio ancora lottare per il titolo, ma con Honda"

Marc intervistato da DAZN: "è la squadra della mia vita. Pedrosa mi ha insegnato tanto, ammiro Valentino per tutto quello che ha fatto per il motociclismo"

MotoGP: Marquez: "Smettere? Voglio ancora lottare per il titolo, ma con Honda"

Share


Marc Marquez sta affrontando il momento più difficile della sua carriera. Il corpo è provato dai tanti infortuni e la sua moto è cambiata, non dandogli più quella fiducia che aveva in passato. Con una carriera così piena di successi c’è chi si chiede perché non dica basta. A rispondere, intervista da DAZN Spagna, è stato lo stesso campione spagnolo.

Dieci anni: otto felici e due no. È la squadra della mia vita - ha sintetizzato Marc parlando della sua carriera in Honda - Perché non smettere qui? Dipende. Ho ancora la motivazione per tornare a lottare con il titolo, ma con questa squadra e non con un altra. Forse fra 3 o 4 anni dirò che manca qualcosa. Sarà o il pilota o il team”.

Marc non vuole arrendersi. Non è più il ragazzo che nel 2008 debuttò nel Mondiale e si fece firmare una macchinina da Rossi e vedeva Pedrosa come un esempio da seguire.

Avevo il suo poster in camera - ha ricordato - Quando ero bambino c’erano due piloti che facevano la differenza: Valentino e Dani. Per me Pedrosa era diverso. Nel 2013, dopo il warm up dicevo: ‘metti quello che usa Dani”. In molte gare partivo con la mentalità di stare con lui. Dovevo imparare da qualcuno e lui mi ha insegnato molto”.

Nell’intervista ha anche parlato di Valentino.

Lo ammiro per tutto quello che ha fatto per il motociclismo, non solo per i suoi titoli, è il pilota che ha emozionato di più - ha affermato Marquez - In pista, ha insegnato molto a noi piloti che stavano crescendo. Non mi vergono a dirlo. Puoi andare d’accordo o non con una persona, ma questo non toglie nulla ai suoi meriti”.

Articoli che potrebbero interessarti